VALPERGA – Dopo il tutto esaurito di “Piccole Gonne” di e con Alessandro Fullin, il Teatro di Valperga continua la sua stagione con un doppio appuntamento che strizza l’occhio ai giovani, il 28 e 29 marzo prossimi.VALPERGA (RID)

Sabato 28 marzo, ore 21.00,

prosegue la trilogia dei grandi classici con il gradito ritorno della compagna Stregatti di Alessandria. La compagnia porta in scena una “rivisitazione punk” di uno dei capolavori di Molière, “Il malato immaginario”. Questo riadattamento, creato dai giovani e per questo rivolto (particolarmente, ma non solo) al pubblico dei ragazzi, trasforma il malato Argante in un parigino viziato, assiduo frequentatore delle discoteche e dipendente dagli stupefacenti. L’intreccio prenderà vita quando Argante chiederà alla propria sorella di sposare il suo pusher (anziché il suo medico), per ragioni di interesse. Gli Stregatti, già apprezzati dal pubblico del Fernandi per il loro raffinato lavoro sui classici (Shakespeare e Goldoni in particolare) propongono uno spettacolo fresco ma rispettoso dell’originale, che ha il pregio di rivitalizzare un teatro che per molti potrebbe risultare ormai lontano. Il biglietto di ingresso è offerto al prezzo ridotto di 8 euro per chiunque effettui la prenotazione in anticipo. Prezzo intero euro 10.

Domenica 29 marzo, ore 16.30,

invece è la volta della danza. I giovani aspiranti professionisti della scuola del coreografo Sergio Cavallaro danno vita a uno show travolgente all’insegna dei ritmi e degli stili più vari: caraibico, contemporaneo, fusion e hip hop. Pop-up dance show è parte del progetto “Lab” della compagnia NuoveForme, che ha lo scopo di avvicinare le nuove generazioni di talenti all’esperienza del palco. Per tutti i prenotati e per la cittadinanza di Valperga il biglietto è offerto al prezzo simbolico di euro 1.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here