MAPPANO – Sono disperati i lavoratori del Mercatone Uno, oltre un centinaio, tra Mappano e Brandizzo, che stanno vedendo “sfumare” il posto di lavoro senza avere spiegazioni e senza ammortizzatori sociali.

MAPPANO-MERCATONEMonoreddito, marito e moglie che vi lavorano entrambi, una madre con marito disoccupato e quattro figli a carico. Una situazione davvero difficile.

Questa mattina, a Mappano, i dipendenti hanno incrociato le braccia e presidiato i magazzini nel tentativo di impedire che i tir li svuotassero.

Un’ operazione, quella di svuotamento, mascherata come una “svendita per alleggerire e reperire liquidità”.

«L’azienda non dice niente su quali possano essere i suoi piani – hanno commentato i lavoratori – stanno svuotando i magazzini e svendendo la merce in mostra. Abbiamo disposizione di non effettuare altri ordini e il Punto Oro verrà trasferito a Pavia. È chiaro che se si svuota completamente il magazzino, nel giro di pochi giorni saremo a casa, licenziati.»

Oltretutto due notti fa, anche i ladri. Sono entrati da dietro smontando un pannello che si affaccia sul salone espositivo e si sono diretti al Punto Oro. Due teche erano vuote e una terza, che conteneva merce di scarso valore, è stata frantumata. Tentativo di furto inutile, in quanto, alla sera, l’oro viene riposto in cassaforte.

Al presidio, questa mattina, erano presenti anche il Consigliere del Movimento 5Stelle di Leinì, Silvia Cossu; Marco Marocco, Consigliere Metropolitano M5S e Francesca Frediani, Consigliere Regionale Movimento 5Stelle, che sono rimasti con i lavoratori fin dal mattino presto.

A metà mattinata è giunta sul posto anche l’Assessore Regionale Gianna Pentenero, la quale è rimasta stupita e incredula nel sentire dai lavoratori ciò che sta accadendo. Da quello che le aveva comunicato l’azienda, Pentenero era convinta che davvero si trattasse solo di un modo per reperire liquidità, tanto che, fino a ieri, l’Assessore cercava di rassicurare i lavoratori. Ma è indubbio: una struttura senza merce non è certo in grado di reperire liquidità, né tanto meno essere appetibile per eventuali acquirenti interessati al punto vendita (anche perché i muri non sono di proprietà dell’azienda).

«La Regione Piemonte – afferma il Consigliere Regionale Frediani – deve porre le basi affinché i dipendenti Mercatone Uno siano coinvolti in un progetto mirato alla cessione dell’azienda a seri imprenditori interessati al rilancio. E’ inaccettabile che gli stessi dipendenti vengano impiegati per lo smantellamento del loro stesso punto vendita. Andrà inoltre chiarito al più presto – conclude – quali ammortizzatori sociali siano disponibili e con quali modalità potranno ricorrervi.»

GUARDA LA PHOTOGALLERY

[Best_Wordpress_Gallery id=”94″ gal_title=”19-03-15 Mappano Mercatone Uno”]

 

GUARDA IL SERVIZIO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here