PAVONE – PRESENTAZIONE UFFICIALE DELLA RACCOLTA COMPLETA DELLE MANIFESTAZIONI TURISTICHE DEL CANAVESE DEL 2015confindustria (RID)

Venerdì 20 marzo alle ore 16.00, presso il Castello di Pavone, Confindustria Canavese e Turismo Torino e Provincia presentano al pubblico il documento “Fino al Prossimo Carnevale, passando per Expo 2015”, ovvero il calendario degli eventi culturali, enogastronomici e turistici che si svolgeranno in Canavese nel 2015.

L’incontro di presentazione (giunto quest’anno alla terza edizione) è un’importante appuntamento che va ad aggiungersi e ad arricchire un ricco programma di lavoro sul tema del turismo che Confindustria Canavese sta promuovendo con l’obiettivo di conseguire uno sviluppo del settore e il consolidamento di una grande collaborazione tra tutti gli operatori al fine di accelerare il processo di progressiva crescita del turismo che si sta realizzando in Canavese.

L’evento è la terza tappa di una serie di iniziative, fra loro strettamente collegate, che nel mese di marzo hanno visto coinvolti gli enti del turismo canavesano. Si è iniziato il 6 marzo scorso presso Confindustria Canavese dove si è svolta una intensa giornata di confronto sul tema del turismo in Canavese tra Antonella Parigi (assessore alla cultura e turismo della Regione Piemonte), le rappresentanze economiche del territorio e il tavolo di lavoro permanente sul turismo di Confindustria Canavese.

Numerosi i rappresentanti degli enti locali che si sono riuniti intorno al tavolo di Confindustria Canavese: oltre a Turismo Torino e Provincia, erano presenti il Parco Nazionale del Gran Paradiso, l’AMI Anfiteatro Morenico di Ivrea, il Gruppo Turismo di Confindustria Canavese, il GAL Valli del Canavese e Consorzio Operatori Turistici Valli del Canavese, il Marchio del Canavese, Unesco Sacri Monti e Candidatura Ivrea Città Industriale e il GAL Valli di Lanzo e Consorzio Operatori Turistici Valli di Lanzo e, in un secondo momento della riunione, anche le Rappresentanze di Categoria Ascom-Confcommercio, Confesercenti, Confcooperative, Confartigianato, CIA, CNA, Coldiretti e Confagricoltura.

La riunione, i cui temi centrali erano il ruolo della Regione Piemonte dentro e fuori Expo 2015, le opportunità offerte al Canavese presso Expo e anche i collegamenti nel periodo dell’Esposizione con Torino Città Metropolitana, è stata costruttiva e proficua tanto che si è conclusa con la ferma volontà da parte della totalità dei presenti di trovare tutte le possibili forme di collaborazione che possano concorrere a mettere in atto un’azione congiunta tesa a un’ampia e corale valorizzazione delle realtà sociali, culturali ed economiche del Canavese.

Questa comunione d’intenti ha portato a una seconda importante iniziativa: i partecipanti alla riunione tenutasi presso Confindustria Canavese hanno deciso di redigere un protocollo di intesa per dare vita a una concreta collaborazione tra tutti i soggetti che possono in qualche modo contribuire al processo di costruzione, comunicazione e promozione del Canavese. Tale documento verrà firmato prima della presentazione del Calendario eventi; per tutti i firmatari si tratta di un’azione più che mai necessaria soprattutto oggi, quando mancano pochi mesi dall’apertura dell’Esposizione Universale, un’occasione unica in termini di visibilità che può permettere di fare conoscere la bellezza del Canavese ai molti turisti che visiteranno Expo 2015.

“Se è vero, come si usa dire, che l’unione fa la forza, possiamo affermare di avere imboccato la strada giusta per fare in modo che anche l’industria turistica possa divenire un valido strumento per promuovere la crescita economica e lo sviluppo del Canavese”, dichiara Fabrizio Gea, presidente di Confindustria Canavese. “Confindustria Canavese crede fermamente nella necessità di mettere in atto azioni efficaci di coordinamento e di cooperazione tese a favorire sempre di più la sinergia tra i diversi soggetti che operano a vario titolo nel settore del turismo e le iniziative che stiamo promuovendo sono tutte volte al raggiungimento di questo vitale obiettivo”.

L’incontro del 20 marzo è la terza tappa dell’intenso programma di lavori sul tema del turismo. Dopo i primi due incontri più “tecnici” del mese di marzo, prettamente riservati agli addetti ai lavori, il convegno presso il Castello di Pavone vuole essere un grande appuntamento pubblico per presentare ciò che il nostro territorio è in grado di offrire ai turisti che desiderano visitare il Canavese.

Il programma della presentazione del Calendario eventi, prevede un primo momento dedicato ai saluti istituzionali da parte di Alessandro Perenchio (Sindaco di Pavone), Francesca Bonomo (Camera dei Deputati), Antonella Parigi (Assessore alla Cultura e Turismo Regione Piemonte), Alberto Avetta (Vicesindaco Città Metropolitana di Torino), Vicenzo Ilotte (Presidente CCIAA Torino), Maurizio Montagnese (Presidente Turismo Torino e Provincia) e Fabrizio Gea (Presidente Confindustria Canavese).

Seguirà l’intervento di Valentino Castellani (Vice Presidente Associazione Torino Internazionale) che parlerà degli “Eventi come driver di valorizzazione del territorio nello scenario della Città metropolitana”. La giornata di lavori entrerà poi nel vivo della presentazione del Calendario eventi: moderati dal giornalista Alessandro Previati (QC- Quotidiano del Canavese) si succederanno a parlare Dominique Mosca (Presidente Gruppo Turismo Confindustria Canavese) Daniela Broglio (Dirigente Turismo Torino e Provincia), Giacomo Bottino (Operatore culturale e ideatore del Progetto“1015-2015 – Celebrazioni del Millenario della morte di Arduino primo re d’Italia”) e Renato Lavarini (Coordinatore Comitato Promotore Candidatura Unesco).

L’edizione 2015 del Calendario, in vista dell’Esposizione Universale che avrà come tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, darà particolare evidenza agli eventi e alle manifestazioni del Canavese che sono collegabili alle tematiche dell’alimentazione, del benessere, dell’energia, della sostenibilità e delle smart city con l’obiettivo di valorizzare le eccellenze della tradizione agroalimentare, enologica e gastronomica del Canavese e le peculiarità tecnologiche espresse dal territorio e indirizzate alla qualità della vita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here