INTRA (VCO) – I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Verbania, nel corso di una verifiche fiscale effettuata nei confronti uno studio dentistico associato con sede in Intra,

hanno constatato come i tre dentisti membri dello studio hanno evaso, anche attraverso DENTISTAla fittizia creazione di una O.N.L.U.S., un importo superiore a 1.400.000 euro.

L’attività di verifica, permetteva fin da subito di constatare come molte fatture non venissero registrate e di conseguenza i tre dentisti soci dello studio celassero molti ricavi al fisco; le Fiamme Gialle, inoltre, constatavano come a partire dal 2012 e ad opera dei medesimi professionisti, fosse stato creato un centro odontoiatrico Onlus (organizzazione non lucrativa ad utilità sociale) che, pur avendo sede in altra regione, operava materialmente nei medesimi locali dello studio associato: in concreto il centro odontoiatrico Onlus avrebbe dovuto perseguire uno scopo mutualistico promuovendo agevolazioni economiche nei confronti dei clienti versanti in una situazione di disagio economico; in realtà però, il lavoro dei finanzieri, ha permesso di appurare come, non solo non vi fosse alcuna agevolazione sui prezzi praticati rispetto allo studio associato, ma la quasi totalità dei clienti venivano inquadrati alternativamente ed a loro insaputa, quali pazienti dell’una o dell’altra struttura.

In questo modo i tre professionisti potevano ottenere un cospicuo vantaggio fiscale atteso che le Onlus, a differenza di uno studio associato, sono soggette ad una tassazione forfettaria del 3% anziché alla normale aliquota applicata per le società di persone; alla luce degli accertamenti effettuati, tutti i redditi ricostruiti in capo alla Onlus sono stati attribuiti allo studio associato.

L’attività ha permesso alle fiamme gialle di accertare come i tre professionisti avessero conseguito, a partire dal 2012, elementi positivi di reddito non dichiarati pari a € 1.429.394.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here