domenica 18 Aprile 2021

RIVAROLO – In cantiere progetti per migliorare l’aria (CON VIDEO)

RIVAROLO – Venerdì sera, presso l’Hotel Rivarolo, si è tornati a parlare di inquinamento e della Centrale a biomasse, durante l’assemblea pubblica organizzata dal Comitato Non Bruciamoci il Futuro.

Comitato, che, a due anni e mezzo dalla sua nascita, con oltre quattrocento iscritti, si è ora trasformata in Associazione.

Sala affollata per ascoltare i diversi interventi che si sono susseguiti sia in merito alla Centrale, sia alla discarica di Vespia e, in senso più ampio, circa l’ambiente canavesano.

Tema centrale l’aria che viene respirata a Rivarolo e nei paesi limitrofi. Non Bruciamoci il Futuro, dopo aver fatto il punto della situazione, in particolare sulla mancanza dei dati circa le emissioni prodotte dalla Centrale a biomasse, ha ricordato che a dicembre scadranno le autorizzazioni della centrale, e che per questo il 2015 sarà un anno molto impegnativo per la raccolta di informazioni utili ad evitare che vengano nuovamente rilasciate.

Presente all’Assemblea anche il professionista del Politecnico di Torino incaricato dal Comune di monitorare la situazione, il professor Giuseppe Genon, il quale non ha voluto ancora esprimere valutazioni in merito, non avendo ancora approfondito l’argomento.

Danila Tarizzo, dell’Associazione Non Bruciamo il Futuro ha rimarcato alcuni punti sui quali il l’Amministrazione Comunale potrebbe intervenire, pronta la risposta del Sindaco Alberto Rostagno, sulle varie proposte avanzate.

 PER I DETTAGLI GUARDA IL SERVIZIO

[su_youtube_advanced url=”https://www.youtube.com/watch?v=wth_Ms9jMMw” width=”460″ height=”260″ modestbranding=”yes” wmode=”lightbox”]

Leggi anche...

spot_img