BRANDIZZO – “Ho richiesto delucidazioni al Prefetto in merito alla situazione al fine di non arrecare inutili disagi ed inconvenienti ai cittadini che dovranno contrarre il matrimonio civile” – afferma il Consigliere di minoranza Giuseppe De Luca, spiegando le motivazioni per cui ha scritto al Prefetto.

GIUSEPPE-DELUCA-capogruppo“Dopo aver accettato la delega alla celebrazione del matrimonio civile, su richiesta dei contraenti, e ben lieto di poterlo fare, con una lettera ho esposto forti perplessità al Prefetto circa la celebrazione dello stesso con una fascia tricolore non conforme (così come fornita dal Comune e fatta visionare al sottoscritto), trovata chissà dove, vetusta di almeno 20 anni e priva dello stemma del Comune in palese violazione di quanto prescrive la normativa.

Non si discute per il particolare attaccamento del primo cittadino alla “propria fascia tricolore” regolamentare, – prosegue De Luca – ma non si comprendono le motivazioni per cui la medesima fascia non debba essere utilizzata da chi ha regolare delega per la celebrazione di un matrimonio civile a tutti gli effetti di legge. Chiunque su delega del sindaco può celebrare un matrimonio civile, a maggior ragione un consigliere comunale nella sua funzione di pubblico ufficiale.

Addirittura, prima che venisse fatta visionare la fascia non conforme, quando è stato fascia_tricolore-1chiesto al primo cittadino in merito all’utilizzo della fascia tricolore da parte del sottoscritto ha risposto: “Il consigliere Deluca per la fascia tricolore si provveda!” Un atteggiamento assolutamente assurdo ed arrogante. Probabilmente il matrimonio civile senza l’osservanza della normativa vigente in materia non è valido e per questo ho deciso di scrivere al Prefetto. Credo – conclude il Consigliere di Alternativa Civica – che l’atteggiamento del sindaco di Brandizzo Roberto Buscaglia sia quanto meno vergognoso e irrispettoso dell’istituzione che rappresenta!”

 

2 COMMENTI

  1. La normativa è chiara su questo tema.
    Il Decreto del Presidente della Repubblica 3 Novembre 2000 n. 396 “Regolamento per la revisione e la semplificazione dell’ordinamento dello stato civile, a norma dell’articolo 2, comma 12, della legge 15 maggio 1997, n. 127” all’art. 70 stabilisce che “L’ufficiale dello stato civile, nel celebrare il matrimonio, deve indossare la fascia tricolore di cui all’articolo 50, comma 12, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n.267, da portarsi a tracolla”.
    Il Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali” pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 227 del 28 settembre 2000 – all’art. 50 comma 12 stabilisce che “Distintivo del sindaco è la fascia tricolore con lo stemma della Repubblica e lo stemma del comune, da portarsi a tracolla”.
    E’ quindi chiaro che la fascia tricolore che deve essere data in dotazione all’Ufficiale di Stato Civile delegato è quella ed unica posseduta dal Comune di riferimento con due stemmi obbligatori: lo stemma della Repubblica e lo stemma del Comune.
    Proprio per questo sono state richieste delucidazioni al Prefetto in merito alla situazione al fine di non arrecare inutili disagi ed inconvenienti ai cittadini che dovranno contrarre il matrimonio civile.

  2. Essendo stato delegato dal sindaco a celebrare il rito civile, che produce effetti a livello di statale e non solo comunale, era necessaria una dignitosa fascia tricolore riportante il simbolo della repubblica italiana. Non è necessario il simbolo del comune. Il matrimonio lo celebra un rappresentante dello stato non un rappresentante del comune. Il comandante di un vascello (sia esso nave o aereo) celebra il rito in nome di uno stato (lo stato al quale corrisponde la bandiera del vascello o stato di bandiera), non nel nome della compagnia di navigazione o della nazionalità di questa.
    La fascia tricolore con le insegne statali e comunali può indossarla solo il sindaco.
    Nel caso in cui il sindaco deleghi persona a funzioni comunali (in sua rappresentanza) non è necessaria alcuna fascia, nel caso in cui il sindaco deleghi persona a funzioni statali necessita la fascia tricolore con stemma della repubblica (Non del comune). Insomma, un estraneo attento deve poter capire se è al cospetto del sindaco o di un suo rappresentante per delega.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here