TORINO – Si conclude, mercoledì 13 novembre alle 17,30, presso la Biblioteca Civica Villa Amoretti di Torino, la rassegna “Scritture al femminile”, a cura di Anna De Simone; letture di Rosaria Buonaiuto e Marilena Verri, con l’incontro dedicato a Lalla Romano e Natalia Ginzburg.

Lalla Romano, 1954 (FILEminimizer)
Lalla Romano, 1954

La rassegna “Scritture al femminile” intende individuare affinità e differenze legate alla cifra stilistica di ciascuna autrice, muovendo ogni volta dallo sguardo “diverso” di Lalla Romano, che a Natalia Ginzburg fu legata da amicizia e dalla comune appartenenza culturale e ideologica all’ambiente torinese e alla Casa Editrice Einaudi.

L’antifascismo, la figura di Cesare Pavese, Filippo Turati, i fratelli Rosselli, Leone Ginzburg, Carlo Levi animano i ricordi delle due scrittrici. Lalla Romano, alla Torino della sua giovinezza e agli intellettuali che si muovevano in essa negli anni durissimi del fascismo, ha consacrato il suo libro più torinese, Una giovinezza inventata. Questo incontro conclusivo è così dedicato a una stagione indimenticabile della Torino letteraria, attraverso un’angolazione che mette in risalto una linea novecentesca al “femminile” di grande interesse e che emerge con assoluta chiarezza proprio dalla lettura di pagine esemplari di queste due scrittrici “torinesi”.

L’incontro è preceduto alle ore 17, sempre a Villa Amoretti, dall’ultima visita guidata alle mostre  “Romanzo di figure. Dall’album di famiglia di Lalla Romano” – Fotografie di Roberto Romano (1870-1947) e  “Un paesaggio ritrovato. A Demonte e in Valle Stura sulle tracce di Lalla Romano” – Fotografie di Alessandro Vicario

Orari apertura mostre fino al 13 novembre: lunedì 15.00-19.55; martedì e mercoledì 8.15-19.55.

Per informazioni:

– Associazione Amici di Lalla Romano: telefono e fax 02.86463326; cell. 348.5601217; e-mail: antonioria@libero.it

-Biblioteca Civica Villa Amoretti: Corso Orbassano, 200 (Parco Rignon); telefoni. 011.4438604 – 011.4429865