RIVAROLO CANAVESE – È stata un successo la prima presentazione del volume “Vino in Valle” di Fabrizio Gallino (Enofaber), tenutasi venerdì scorso presso il Castello Malgrà, nell’ambito della rassegna “Uomini e Montagne”.

vino-in-valle-1A moderare la serata, di fronte ad un pubblico attento, il Giornalista Marco Arturi.
«”Vino in Valle” è un volume coraggioso – ha commentato Arturi in apertura – la Valle d’Aosta è una Regione poco conosciuta sotto questo punto di vista, eppure c’è un tesoro nascosto in questa valle alpina. E il coraggio di Fabrizio sta proprio nel volerla fare conoscere. Il vino è sempre una chiave per far conoscere e decodificare un territorio.»

“Vino in Valle”, prima esperienza editoriale di Fabrizio Gallino, è anche il primo libro che viene scritto, dal 1838, sulla Valle d’Aosta da un “non valdostano”.vino-in-valle

«La mi scommessa – ha spiegato Gallino – è far conoscere il patrimonio di questa Regione; è il mio ultimo tentativo per far capire loro che devono uscire dalla Valle. Ci sono tanti vini davvero molto interessanti. Nel libro ho voluto parlare non soltanto dei vini ma anche dei vignerons e delle loro grandi capacità.»

Un volume affascinante, suddiviso in quattro itinerari: da Carema a Montjovet (Bassa Valle); da Montjovet ad Aosta (Media Valle); da Aosta a Avise (Media Valle) e da Avise a Morgex (Alta Valle), con 41 produttori, 224 etichette recensite e oltre 300 degustazioni.