PONT CANVAESE – Il Consiglio Comunale di venerdì scorso, 5 luglio, è stato rapidissimo, anche per permettere all’Amministrazione di raggiungere via Marconi dove si tenevano le premiazioni dei partecipanti alla Marcia per il Lavoro organizzata dai lavoratori Romi Sandretto, per la quale i Consiglieri di minoranza hanno proposto di devolvere il gettone di presenza, «non per “elemosina” ma in sostegno alla serata», proposta accolta favorevolmente dalla maggioranza.

consiglioMolti i punti all’ordine del giorno, tra i quali l’approvazione del Bilancio di Previsione, al quale i gruppi di Opposizione hanno espresso parere contrario.

«Ringraziamo l’Amministrazione per averci tenuto in considerazione durante la stesura del bilancio. – Ha affermato il Consigliere di Minoranza Massimo Motto – Questo è il bilancio più tecnico e più povero degli ultimi anni. Precisiamo che siamo favorevoli agli investimenti relativi alla manutenzione della scuola, oltretutto in considerazione del fatto che il nostro polo scolastico è un elemento di vanto per il paese.»

Contrari invece all’alienazione del terreno di proprietà comunale, attiguo alla Caserma dei Carabinieri: «Riteniamo – ha commentato Motto – che, essendo l’ultimo terreno di proprietà comunale, ed essendo dotato di importanza strategica, il Comune dovrebbe tenerlo.»

La minoranza ha espresso voto contrario anche per quanto concerne l’Imu: «Le seconde case situate in Pont – ha proseguito il Consigliere di Opposizione – o sono fatiscenti, quindi non ci pare il caso di tassarle, oppure, se non lo sono appartengono a persone che abitano altrove e vengono qui nel fine settimana o durante le vacanze. Quindi non dovremmo tassare i “turisti” con il rischio che le vendano e vadano altrove, ma incentivarli a restare o venire qui, in modo da rilanciare il territorio dal punto di vista turistico e, quindi, economico.»