lunedì 19 Aprile 2021

PONT – BIBLIOTECA CIVICA: FIORE ALL’OCCHIELLO DEL COMUNE

PONT CANAVESE – La biblioteca civica Ruffini, fiore all’occhiello del Comune di Pont Canavese, offre ai più che numerosi utenti un ventaglio di servizi molto variegato.

Creata nel 1965 per il prestito dei libri, in tutti questi anni ha arricchito e potenziato l’istruzione e la cultura di coloro i quali l’hanno vissuta e frequentata   leggendo, studiando ed effettuando ricerche sui testi presi in prestito o consultati in loco.

Attualmente il patrimonio librario si aggira sui 31600 libri, i prestiti annuali sono quasi 14500 e  sono 823 gli iscritti, di cui circa un quarto non residenti.

Ogni anno, oltre all’abbonamento a più di 30 riviste, vengono acquistati circa 1500 libri di recente pubblicazione tenendo conto delle richieste e degli interessi dei fruitori di ogni età.

All’interno della biblioteca vengono svolte delle attività per tutte le stagioni della vita:

per i bimbi del Micronido e della Scuola dell’Infanzia vi è il Progetto “Nati per leggere” e per gli alunni della Scuola Primaria sono previsti i “Laboratori di lettura”.

Andando al passo con i tempi, da parecchi anni  è stato creato un  servizio di Internet, aperto  sia al mattino che al pomeriggio, particolarmente apprezzato e richiesto  dagli utenti di ogni età, con accesso protetto per i minori.

Inoltre, dal 2006, uno sportello linguistico informatizzato   fornisce informazioni bilingui su Pont e sulla cultura  francoprovenzale.

E’ stato anche attivato il prestito a domicilio di libri e di riviste per le persone  impossibilitate a frequentare la biblioteca, anche se per il momento non ci sono ancora state richieste.

Vicesindaco Ferrero Silvana: “Con particolare soddisfazione  alcuni mesi or sono  abbiamo creato, all’interno della biblioteca, un’aula di informatica, dotata di dieci PC portatili acquistati con il   contributo del  Gal, ottenuto grazie alla partecipazione a un bando di concorso. Il laboratorio di informatica  finanziato per gli alunni del Post Scuola viene da loro utilizzato settimanalmente. Abbiamo inoltre  pensato di ampliarne la fruizione organizzando un corso di alfabetizzazione informatica per gli adulti reso possibile sia dalla professionale abilità con i computer del Responsabile del Servizio alla Persona del Comune  sia dalla preparazione e disponibilità della volontaria del Servizio Civile.  Dato che le richieste alla partecipazione a tale corso sono state numerose, circa una cinquantina, per soddisfarle tutte ad oggi sono già stati realizzati ben cinque corsi.

Devo dire che in questi anni l’Amministrazione Comunale ha dedicato particolare attenzione e notevoli risorse  economiche alla biblioteca, luogo di cultura e di aggregazione,  ma il successo e la costante e continua crescita di questo servizio sono dovuti alla  sensibile attenzione, all’interesse e alla preparazione   delle  efficienti e qualificate bibliotecarie. Un particolare ringraziamento va  ai volontari sia del Servizio Civile sia dell’Associazione Culturale Tellanda che collaborano con le bibliotecarie per rendere sempre migliore il servizio verso gli utenti: grazie alla loro presenza è resa possibile anche una maggiore apertura della biblioteca”.

 

Leggi anche...

spot_img