domenica 14 Aprile 2024

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

CIRIÈ – Il punto sulle opere di riqualificazione tramite PNRR

I lavori stanno proseguendo secondo i cronoprogrammi specifici di ciascun progetto in seguito alle intervenute consegne dei lavori alle imprese aggiudicatarie

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

CIRIÈ – I lavori riguardanti le varie opere in corso in città e finanziate tramite il PNRR e i relativi, specifici bandi vinti dalla Città di Cirié, stanno proseguendo secondo i cronoprogrammi specifici di ciascun progetto in seguito alle intervenute consegne dei lavori alle imprese aggiudicatarie.

In particolare, per ciò che riguarda il Giardino all’Italiana di Palazzo D’Oria sono stati completati i reinterri conseguenti gli scavi, sono state messe a dimora le nuove alberature (lecci) che, essendo state appositamente scelte di concerto con la Soprintendenza, bene si integrano con il contesto e la tipologia di giardino (per specie e dimensioni) e sono state poste a filari laterali per costituire utili zone d’ombra per la sosta dei visitatori. Come già comunicato precedentemente, gli scavi compiuti con la continua assistenza archeologica hanno portato alla luce alcune tracce di preesistenti manufatti, che sono stati studiati, catalogati e datati con la supervisione della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio.
Dopo questo passaggio propedeutico, è stato possibile completare le reti di sottoservizio e la predisposizione dei nuovi impianti di illuminazione e di irrigazione che renderanno il nuovo giardino di Palazzo D’Oria non solo più bello ma anche funzionale ed accogliente in tutte le stagioni e ad ogni ora. Sono state inoltre messe a dimora le nuove aiuole simmetriche ed appositamente disegnate nei due spazi laterali, seguendo gli schemi rinvenuti nell’antica documentazione relativa al Palazzo e al suo parco. Le stesse sono state realizzate in bosso, arricchite e adornate da roseti rifiorenti di colore bianco e rosso, che contribuiranno a disegnare il nuovo schema di giardino all’italiana, apprezzabile tramite i rendering diffusi sul territorio e visibili anche nel pannello comunicativo posizionato nel portico adiacente il palazzo, su Corso Martiri della Libertà.


Il giardino avrà un aspetto nuovo e attraente in linea con il passato storico del complesso architettonico e con l’attuale funzione di Palazzo D’Oria che non è più solo sede di uffici comunali ma è anche polo museale e luogo per eventi e manifestazioni a carattere culturale. L’estetica del giardino sarà completata con aree trattate a tappeto erboso e con la realizzazione degli stradini inghiaiati, di colore dorato, tipologia presa a riferimento anche per ciò che si sta disponendo lungo il Viale di Corso Martiri della Libertà. Spazi questi che avranno finalmente le caratteristiche per ospitare eventi e incontri in modo adeguato e per accogliere i ciriacesi nei momenti di svago e relax. Subito a seguire infatti saranno installati nuovi arredi, panchine e vasi, che contribuiranno ad arricchire l’aspetto del giardino e ad avvicinarlo a quelle caratteristiche di splendore risalenti all’epoca in cui Palazzo D’Oria ospitava i Savoia e che lo resero famoso anche al di là dei confini locali.


Lo stesso Palazzo D’Oria sta infatti, letteralmente, cambiando aspetto: dopo la facciata principale anche quelle laterali sono oggetto di restauro, sulla base di un apposito progetto del colore che ha recuperato le originarie cromie ed i trattamenti superficiali a marmorino rinvenuti mediante una campagna di saggi stratigrafici. Sono inoltre già in corso attività propedeutiche alla riapertura del giardino alla cittadinanza e alla sua inaugurazione, oltre che promozione e completamento degli studi storici intorno al Palazzo nel suo complesso.
Per ciò che riguarda invece l’adiacente Viale di Corso Martiri della Libertà, i lavori procedono in perfetta sincronia con la tabella di marcia e una parte importante dell’arteria pedonale, già ultimata, è stata restituita alla disponibilità della cittadinanza, come camminamento. In questi giorni in particolare si stanno portando a compimento i lavori nella parte terminale del viale, quella prospiciente via Roma, in prossimità del semaforo. Si è proceduto inoltre all’ordine degli arredi, che sono stati verificati e scelti opportunamente dall’Amministrazione, in coerenza e continuità con gli allestimenti già posizionati nel centro storico: si tratta di arredi ornamentali come le fioriere e funzionali come cestini, portabici, panchine belle e confortevoli, realizzati in nuovi materiali che contengono al minimo la manutenzione. Nelle due testate ai vertici del viale
verranno inoltre create due vere e proprie isole di socialità, dedicate all’aggregazione, dal design contemporaneo e dall’estetica integrata con il resto dell’arredo urbano.


Si unisce alle altre opere già avviate e finanziate tramite il PNRR anche il nuovo Polo dell’Infanzia che sorgerà accanto all’asilo nido Il Girotondo, tra via Rossetti e via Ciamarella, la cui consegna lavori come da cronoprogramma è avvenuta a fine 2023 e che ha visto nella parte iniziale dell’anno le prime operazioni di allestimento cantiere necessarie per avviare la costruzione.
L’innovativa struttura permetterà di mettere in pratica quella continuità educativa e pedagogica per i bimbi dagli zero ai sei anni raccomandata dalle linee guida europee; ospiterà 90 bambini e sarà suddivisa in cinque nuove sezioni, oltre a locali accessori e sale dedicate all’intrattenimento e al gioco, adeguate alle diverse esigenze della particolare utenza nell’arco dell’anno.
La nuova struttura sarà in dialogo diretto e in collegamento con il giardino circostante e sarà accessibile a tutti i livelli direttamente dagli spazi pubblici esterni.


Per ciò che riguarda invece il nuovo Auditorium, dopo la necessaria preparazione dell’area, sono state portate a termine le fondazioni e attualmente i lavori si stanno concentrando sulla realizzazione delle strutture in elevazione. Anche in questo caso, l’aspetto finale dell’opera può essere colto ed apprezzato tramite i pannelli esplicativi posizionati su via Mazzini.
L’attività di riqualificazione riguardante i due siti orfani dell’ex Interchim e di Strada Crotti è ugualmente in fase avanzata. È ormai conclusa e validata la progettazione riguardante l’ex Interchim, oggetto di un apposito iter di approvazione in seno alla conferenza di servizi per ciò che riguarda la bonifica; attualmente la Centrale Unica di Committenza operante presso l’Unione dei Comuni del Ciriacese e Basso Canavese ha in corso le procedure per l’affidamento lavori, per cui fondamentale si è rivelato il supporto del team di esperti costituito presso la Regione Piemonte e che si rapporta direttamente con il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica. Allo stesso tempo è in fase di valutazione il progetto di riqualificazione relativo al sito di Strada Crotti.


Per ciò che riguarda il sito ex Interchim è stato portato a termine l’intervento di messa in sicurezza e di impermeabilizzazione del canale che corre lungo la struttura in via Fucine, con il ripristino della funzionalità del canale irriguo lo scorso 23 febbraio, e quindi con qualche giorno di anticipo rispetto al cronoprogramma.
Ricordiamo che in questo caso non si tratta di un’opera legata al PNRR ma sostenuta da un importante finanziamento di 995.000 Euro da parte del Ministero per la Transizione Ecologica.
“Stiamo rispettando perfettamente la tempistica prevista – dichiara il Sindaco Loredana Devietti – e ne siamo molto contenti anche perché si tratta di progetti veramente importanti, di grande impatto e vorremmo aprirli alla cittadinanza il prima possibile. Stiamo rispettando il cronoprogramma anche perché, insieme all’Ufficio Tecnico che ringrazio per la dedizione e il grande lavoro, abbiamo studiato i dettagli delle varie opere nei minimi particolari”.


“A mano a mano – aggiunge l’Assessore ai Progetti Strategici Alessandro Pugliesi – l’aspetto della nostra città sta cambiando e direi in maniera piuttosto evidente. Dopo via Vittorio Emanuele II e la sua riqualificazione, a breve potremo riavere interamente il Viale nella sua nuova veste e, poco distante, anche il Giardino all’italiana di Palazzo D’Oria, per non parlare in seguito dell’Auditorium e del Polo dell’Infanzia. Non si tratta solo di un nuovo look ma di nuove funzionalità, di nuovi spazi a disposizione dei ciriacesi, di un nuovo modo di vivere la città che farà senza dubbio bene anche alle attività e a tutto il circondario”.

© Riproduzione riservata

Per restare sempre informato, iscriviti ai nostri canali gratuiti: la newsletter di WhatsApp per le notizie di Cronaca (per iscriverti invia un WhatsApp con scritto NEWS ON al 342.8644960); iscriviti al nostro canale Telegram (ObiettivoNews); oppure, da oggi, puoi anche iscriverti al nostro nuovo canale WhatsApp (https://whatsapp.com/channel/0029Va9vIQO30LKS6x1jWN14con le notizie selezionate dalla nostra redazione.

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------

Ultim'ora

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img