giovedì 22 Febbraio 2024

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

AGLIÈ – Ex Olivetti: un’acquisizione che porterà al recupero del complesso industriale

Succio: “Un’area che è stata il perno dello sviluppo economico della comunità alladiese, prima con la De Angeli e Frua e poi con Olivetti e che dopo circa 15 anni di totale abbandono auspichiamo possa tornare ad essere un luogo vivo ed un polo produttivo”

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
- Advertisement -

AGLIÈ – Il Consorzio Insediamenti Produttivi, soggetto misto pubblico privato che dal 1981 opera sul territorio al fianco delle Amministrazioni al fine di favorire lo sviluppo economico del territorio. Il Consorzio, sensibile al risparmio del suolo e da tempo impegnato sul tema del riuso di siti industriali dismessi, seguendo le indicazioni dei soci si è interessato al sito industriale dismesso ex Olivetti di Agliè trovando un primo operatore interessato a partecipare all’acquisto di parte dell’intero comprensorio.

In data 31 gennaio 2023 il Consorzio e l’operatore privato Massimo Truffa , a seguito di apposita lottizzazione, hanno acquistato da Prelios Società di Gestione del Risparmio s.p.a. l’intero comprensorio industriale in disuso ex Olivetti di Agliè. Per il territorio questo stabilimento ha rappresentato per anni una grande opportunità di lavoro e di prestigio, infatti l’area dell’ex stabilimento Olivetti era dedicata allo stampaggio di tessuti ed all’industria tessile sin dalla seconda metà dell’800 prima con la Bluer e poi con la De Angeli-Frua. Successivamente Adriano Olivetti acquisisce lo stabilimento nel 1955 convertendolo per la produzione della macchina da scrivere «lettera 22»: un successo industriale e un’icona di stile in tutto il mondo. Con la joint venture Olivetti Canon lo stabilimento perde la sua centralità fino alla chiusura definitiva nel 2008. Dal 2008 al oggi il sito industriale ha vissuto uno stato di abbandono.

A seguito dell’acquisto il Consorzio e Massimo Truffa hanno sin da subito eseguito, con fondi propri, una prima serie di attività per poter ridare nuova vita al sito.

L’attività del Consorzio si è concentrata sulla definizione dei tempi e dei costi degli interventi di bonifica che interessano parte del sottosuolo dell’area. Tali interventi, secondo quanto stabilito in sede id conferenza dei servizi, saranno completati a cure e spese di Telecom Italia s.p.a. entro i prossimi 24 mesi. E’ stato questo elemento di certezza che ha consentito di trovare l’investitore e anche di dimostrare che la definizione di tempi e costi degli interventi di bonifica di siti industriali dismessi e ciò che consente di ridare ai medesimi una nuova vita .

Il risultato conseguito e stato frutto di un ottimo lavoro di squadra a cui le istituzioni coinvolte, in particolare della Città Metropolitana di Torino, il sistema Confindustriale e l’Amministrazione Comunale di Agliè, hanno dato il loro pieno sostegno.

Il Consorzio ha quindi trovato un nuovo investitore privato vendendo, in data 21 dicembre 2023 la parte di comprensorio di sua proprietà alla società Immobiliare Besa s.r.l., storica proprietaria della cartiera di Parella – sito operativo della OSAI As s.p.a., che completerà il ciclo di attività necessarie a creare nuove opportunità insediative per il recupero totale del sito avvalendosi della collaborazione del Consorzio.

“Accolgo con grande piacere la notizia dell’avvenuta acquisizione – dichiarazione del Sindaco di Agliè Marco Succio – e inizio di una procedura che porterà ad un recupero del complesso industriale dell’area ex Olivetti. Un’area che è stata il perno dello sviluppo economico della comunità alladiese, prima con la De Angeli e Frua e poi con Olivetti e che dopo circa 15 anni di totale abbandono auspichiamo possa tornare ad essere un luogo vivo ed un polo produttivo degno del suo glorioso passato”

© Riproduzione riservata

Per restare sempre informato, iscriviti ai nostri canali gratuiti: la newsletter di WhatsApp per le notizie di Cronaca (per iscriverti invia un WhatsApp con scritto NEWS ON al 342.8644960); iscriviti al nostro canale Telegram (ObiettivoNews); oppure, da oggi, puoi anche iscriverti al nostro nuovo canale WhatsApp (https://whatsapp.com/channel/0029Va9vIQO30LKS6x1jWN14con le notizie selezionate dalla nostra redazione.

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------

Ultim'ora

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img