domenica 21 Aprile 2024

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

ROCK OF AGES – Storie tragiche e morti improvvise nella storia del rock mondiale (VIDEO)

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

ROCK OF AGES – Nelle varie puntate andate fino ad ora in onda (e che trovate on demand su www.ontvweb.it) abbiamo sempre parlato della gioia e dell’energia che il rock ed il metal hanno regalato e continuano a regalare. Ci sono, però, anche storie purtroppo meno felici, artisti che per motivi diversi oggi non sono più tra noi, ma hanno lasciato dei “testamenti musicali” che ci permettono non solo di ricordarli ed onorarli, ma allo stesso tempo di capire anche ciò che abbiamo perso.

Abbiamo scelto alcune delle storie che hanno costellato il mondo delle sette note, raccontando di artisti più o meno noti, ma che come anticipato il loro segno lo hanno lasciato, tanto che sono attualmente moltissimi i fans che li amano ancora e li ricordano con piacere.

Storie di malattie che hanno portato via personaggi come Ronnie James Dio, la voce del metal per antonomasia, oppure il guitar hero Eddie Van Halen, od ancora Alexi Laiho e Warrel Dare, colonne portanti di gruppi come Children of Bodom e Nevermore.

Tanti, troppi gli incidenti che hanno causato la prematura dipartita di alcuni grandi interpreti della musica come Criss Oliva, chitarrista dei Savatage, di una parte dei mitici Lynyrd Skynyrd, rimasti vittime di un aereo schiantatosi in una palude, oppure dell’iconico Cliff Burton, ucciso dal ribaltamento del bus con il quale stava viaggiando insieme agli altri componenti dei Metallica in occasione del tour in terra scandinava.

Poi c’è chi, non riuscendo più a lottare contro situazioni complicate e dolori profondi dell’animo ha scelto di chiudere per mano propria l’esistenza, si vedano i casi di Kurt Cobain, di Chris Cornell oppure di Chester Bennington, tre voci straordinarie, tre uomini che hanno pagato a caro prezzo la loro fragilità.

E’ di fragilità, sotto aspetti diversi, si può parlare anche trattando la morte di Keith Moon, incredibile batterista degli Who, dell’italianissimo Massimo Riva, oppure dello strepitoso Jimmi Hendrix, nonché della prima storica voce degli AcDc, Bon Scott.

Infine, un capitolo a parte meritano i fratelli Abbott, fondatori e colonne portanti dei Pantera, con Darrell ucciso da un pazzo a colpi di pistola e con Vinny, invece, deceduto qualche anno fa per un arresto cardiaco.

Tutti loro hanno lasciato un vuoto grande: per colmarlo parzialmente basta però prendere uno dei dischi che hanno registrato e così, anche solo per qualche istante, riascoltandoli possiamo “rivederli” in azione, regalandoci delle belle e profonde emozioni.

© Riproduzione riservata

Per restare sempre informato, iscriviti ai nostri canali gratuiti: la newsletter di WhatsApp per le notizie di Cronaca (per iscriverti invia un WhatsApp con scritto NEWS ON al 342.8644960); iscriviti al nostro canale Telegram (ObiettivoNews); oppure, da oggi, puoi anche iscriverti al nostro nuovo canale WhatsApp (https://whatsapp.com/channel/0029Va9vIQO30LKS6x1jWN14con le notizie selezionate dalla nostra redazione.

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------

Ultim'ora

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img