venerdì 12 Aprile 2024

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

PIEMONTE – Per la Cia l’annata agraria si conclude tra luci ed ombre

Il presidente Carenini commenta la "fotografia" della situazione nella nostra regione, confermando che la qualità in Piemonte è davvero molto alta.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

Luci ed ombre. Sono quelle che, dopo un analisi dei dati relativi al 2023, la Cia Agricoltori italiani del Piemonte hanno registrato nell’ultima annata agraria. Tra le prime, però, ci sono segnali che devono incoraggiare il comparto e, allo stesso tempo, confermano che si sta facendo un grande lavoro al fine di mantenere alta la qualità.

Tra le cose positive, senza dubbio, c’è il cosiddetto “brand Piemonte”, il quale sta ottenendo sempre maggiori consensi, non solo in Italia, ma anche nel mondo, diventando quindi un’eccellenza che va difesa a spada tratta.

Naturalmente, non mancano però le problematiche, come sottolinea il presidente regionale di Cia, Gabriele Carenini: “L’elemento di maggiore positività riguarda l’affermazione del “brand Piemonte”, che nel settore agroalimentare miete sempre più consensi in tutto il mondo. Per contro, l’agricoltura della nostra regione continua a pagare a caro prezzo lo spropositato aumento del costo delle materie prime e del carburante”.

Il numero uno dell’associazione di categoria sottolinea pure altri aspetti: “Sul piano della produzione in genere vengono rilevate delle riduzioni quantitative, in buona parte dovute agli effetti del cambiamento climatico, condizioni che tuttavia nella maggior parte dei casi hanno trovato compensazione sul piano della qualità”.

Ed è proprio quella della qualità è la strada da perseguire: “I nostri imprenditori agricoli hanno dimostrato di sapersi confrontare con l’Europa e con il mondo a testa alta – conclude Carenini – Il loro lavoro è pure una garanzia per la tutela del territorio, questo è sotto gli occhi di tutti e va riconosciuto dai decisori politici a ogni livello, perché senza agricoltura non c’è futuro”.

© Riproduzione riservata

Per restare sempre informato, iscriviti ai nostri canali gratuiti: la newsletter di WhatsApp per le notizie di Cronaca (per iscriverti invia un WhatsApp con scritto NEWS ON al 342.8644960); iscriviti al nostro canale Telegram (ObiettivoNews); oppure, da oggi, puoi anche iscriverti al nostro nuovo canale WhatsApp (https://whatsapp.com/channel/0029Va9vIQO30LKS6x1jWN14con le notizie selezionate dalla nostra redazione.

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------

Ultim'ora

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img