mercoledì 6 Dicembre 2023

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

“DUE E QUATTRO RUOTE…PASSIONE MOTORI” – Intervista a Stefano Manici (VIDEO)

Il re della montagna, 21 volte Campione Italiano di velocità in salita, con 8 successi nella categoria Open e 13 nella Naked, ha iniziato la sua incredibile carriera agonistica nel 1992; suo il record della storica "Forno-Milani"

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

PARMA – Bentornati con una nuova puntata del nostro programma dedicato alla passione delle due e quattro ruote. Questa settimana è stato nostro gradito ospite un grandissimo campione delle due ruote e delle corse di velocità in salita, Stefano Manici.

Il re della montagna, 21 volte Campione Italiano di velocità in salita, con 8 successi nella categoria Open e 13 nella Naked, ha iniziato la sua incredibile carriera agonistica nel 1992 in sella alla Honda RC30 nella 750 Sport Production e, sempre nello stesso anno, ha conquistato la vittoria del suo primo campionato italiano nella 600 Open. Il pilota emiliano, dal 2009 al 2019, ha gareggiato nella categoria Naked e nel 2021 è diventato Campione Italiano nella Naked Maxi.

Chiunque ami e sia appassionato delle corse che hanno fatto la storia della salita non possono non conoscere questo grandissimo campione. Suo è ancora il record della storica competizione canavesana, la “Forno-Milani”, fatto registrare nel 2003, nell’ultima edizione andata in scena.

Un talento innato quello di Stefano, che quest’anno è stato messo fuori gioco dopo la caduta nella prima manche della gara “Isola del Liri – Arpino” a Frosinone, durante la quale si è procurato una lussazione della spalla destra, infortunio che lo ha tenuto lontano dalle gare sino ad ora. Il fuoriclasse originario di Neviano degli Arduini ha sempre dimostrato di avere un incredibile talento, sempre confermato dal cronometro, ma anche, e soprattutto, un amore folle per le due ruote; un richiamo quella della moto che è sempre stato forte, nei momenti belli e anche in quelli brutti, ma che non l’hanno mai abbandonato.

Stefano, inoltre, insieme all’indimenticabile fratello Alessio, nel 1999 aveva fondato il “Team Manici Racing”, lo stesso in cui oggi la moglie si occupa della direzione sportiva. Tanti i piloti sostenuti nel corso degli anni, da Mauro Poncini a Raffael Neurer, passando per Matarazzo e Giovannoni, con un grande obiettivo nel mirino: progredire sino ad arrivare a portare i propri piloti in circuito.

A voi l’intervista.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img

Ultim'ora

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img