mercoledì 7 Dicembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

TORINO – Caos al carcere minorile tra un tentativo di suicidio e una rissa

Nota congiunta delle organizzazioni sindacali

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

TORINO – Un detenuto minorenne ha tentato di impiccarsi con un lenzuolo ricavando un cappio e legandolo alle grate della cella e, solo grazie al pronto intervento dell’esiguo personale di Polizia penitenziaria di servizio è stato salvato in extremis. È accaduto ieri, giovedì 13 ottobre 2022 al carcere minorile.

Sempre ieri, intorno alle 13,30 circa, durante l’ora di pranzo, due detenuti minorenni si sono affrontati a suon di botte nella sezione detentiva. L’Agente di servizio ha faticato non poco per separarli quando all’improvviso è stato colpito su dorso nasale con una brocca d’acciaio.

Prontamente accompagnato al Pronto Soccorso dell’Ospedale C.T.O. di Torino per le cure del caso, l’uomo è stato dimesso con 5 giorni di prognosi s.c. per traumatismo della testa.

Le Organizzazioni Sindacali SAPPE, OSAPP, UIL PA P.P., SINAPPE, FNS CISL, FSA CNPP e C.G.I.L. FP del comparto sicurezza Polizia penitenziaria, in un comunicato congiunto, chiedono a tutte le autorità a qualsiasi livello di intervenire per quanto di rispettiva competenza in considerazione della situazione.

“Una situazione simile, oltre ad essere altamente pericolosa, – dichiarano – è dannosa per tutti indistintamente. Chiediamo a gran voce aiuto a tutte le autorità ognuno per la parte di propria competenza affinché si ponga fine a questa incresciosa situazione. Il personale di Polizia penitenziaria è allo stremo delle forze e non ce la fa più oltre ad essere completamente abbandonato a sé stesso tanto che improvvisa qualsiasi intervento senza idonee e chiare direttive.”

“Il carcere minorile – proseguono – per la sua complessità ha bisogno di un Direttore titolare e non di un direttore pendolare Bari – Torino una volta al mese… Il capo del DGMC batta un colpo. La politica faccia altrettanto considerato l’escalation delle aggressioni a livello nazionale considerandole quale emergenza nazionale anche per le carceri minorili.”

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img