domenica 3 Luglio 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

RIVARA – La festa patronale entra nel vivo

Sabato è stata inaugurata la mostra "Rivara e il Canavese" di Francesco Paula Palumbo e domenica è stata la volta della "Biciclettata nel verde Rivara"

RIVARA – “Rivara è Festa”. E’ questo il titolo che l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Roberto Andriollo e le associazioni di “Associansieme” hanno dato ai tanti eventi collaterali dedicati alla festa di San Giovanni Battista, patrono del paese.

I festeggiamenti nel fine settimana appena passato è entrato nel vivo. Sabato 18 giugno, nel prestigioso contesto delle ex serre di Villa Ogliani, è stata inaugurata la mostra intitolata “Rivara e il Canavese”, interamente dedicata alle opere di Francesco Paula Palumbo, alla presenza delle autorità locali, del consigliere regionale Alberto Avetta e del curatore della mostra, il Professor Claudio Palumbo, figlio dell’artista torinese.

rivara mostra 2 def 1

Francesco Paula Palumbo, torinese d’adozione, è nato a Torino nel 1917 dove inizia la sua carriera artistica intorno agli anni ’30 sotto la sapiente guida del fratello Simone, pittore e scultore. Con i suoi esuberanti intrecci e le fantasiose forme dal disegno deciso e sicuro, le tele si susseguono in un’interpretazione della natura allo stesso tempo geometrica e fiabesca.

“Rivara ha un significato particolare: alcuni dipinti traggono spunto da questa cittadina, dai suoi dintorni e da zone vicine” sono le parole del figlio Claudio. La mostra è visitabile il mercoledì dalle 9.30 alle 12.30, il giovedì e venerdì dalle 20.30 alle 22.30 e il sabato e domenica con orari: 10.00-13.00 / 15.30-19.30.

rivara mostra def 1

La domenica è stata la volta della biciclettata organizzata dalla Proloco che ha visto la partecipazione di una sessantina di ciclisti, tra bambini e adulti, impegnati in un’allegra scampagnata tra le campagne rivaresi con visita ad azienda agricola e alle sue stalle, a cui è seguito un rinfresco nel prato antistante la Chiesa di San Grato. I partecipanti sono stati accompagnati lungo il percorso dalla protezione civile. Al termine la Proloco ha deliziato il palato con un pranzo presso l’ex ristorante Rosina.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img