domenica 3 Luglio 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

Una finestra sul mondo – Una riflessione sui giovani

I giovani hanno parecchie difficoltà a muoversi nella società di oggi.

Partiamo innanzitutto dalla scuola: questo è il luogo dove i bambini e i ragazzi trascorrono la maggior parte della giornata ed è qui che si impara non solo tutto quello che poi diventerà parte del proprio bagaglio culturale, ma anche come ci si relaziona con gli altri, come si sta al mondo.

Secondo alcuni studi condotti da Save the Children, in Italia però il 51% dei quindicenni non è in grado di comprendere un testo.

Ciò riguarda in particolare le famiglie più povere: si stima che in Italia siano più di 1384mila bambini in stato di povertà. Questo è dovuto anche al fatto che nel nostro Paese c’è una grande difficoltà a trovare lavoro.

Per quanto riguarda i giovani questa è la situazione attualmente: nel 2021 il livello di disoccupazione è salito al 23,3%, molto più alto rispetto alla Francia per esempio (9,9%).

In Italia però ci sono anche molti NEET, ovvero ragazzi e ragazze che non studiano né lavorano. Praticamente un giovane su quattro non ha voglia di fare nulla.

Molti lavoratori nell’ambito del turismo sono preoccupati perchè la stagione estiva è cominciata e faticano a trovare camerieri, addetti alle pulizie, ecc…

Quindi cos’è che manca? Il lavoro o la voglia di lavorare?

Lo abbiamo domandato ad alcune persone che si trovavano al mercato di Rivarolo e hanno risposto che purtroppo al giorno d’oggi non ci sono più tutte quelle opportunità lavorative di un tempo, però bisogna anche saper maggiormente adattarsi alle esigenze che un certo lavoro può avere. È vero, inizialmente non si troverà l’impiego dei propri sogni, ma bisogna avere costanza e pazienza con la speranza di raggiungere i propri obiettivi.

Sulla questione della scuola, invece, ritengono che sia molto grave il fatto che molti alunni non riescano a capire un testo: anche qui ci vuole impegno e determinazione per lo studio.

Da queste colonne infine si può fare un appello a tutti i datori di lavoro, agli imprenditori, ai dirigenti: credete di più nei giovani, cercate di metterli nelle condizioni di esprimersi liberamente perchè sono una grande risorsa per la nostra società.

VIDEO IN PROGRAMMA DA QUESTA SERA (VENERDI’ 17 GIUGNO) ALLE 21

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img