lunedì 15 Agosto 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

RIVARA – I cani del “Gruppo subalpino di lavoro in acqua” protagonisti di un set fotografico

Terranova, labrador, golden retriver e boxer si sono giocosamente prestati come soggetti di un noto fotografo toscano, giunto sino in Piemonte per ritrarre i cani da lavoro e da esposizione

spot_img

RIVARA – Il parco di Villa Ogliani si è trasformato per un giorno in un set fotografico. I protagonisti, bellissimi esemplari di terranova, golden retriver, labrador e bulldog, si sono giocosamente prestati come soggetti di un noto fotografo toscano, giunto sino in Piemonte per ritrarre i cani da lavoro e da esposizione del “Gruppo subalpino di lavoro in acqua” di Viverone.

«Siamo venuti qui a Rivara perché cercavamo una location fresca e che richiamasse anche l’antichità dell’ottocento. Grazie alla disponibilità del sindaco e del vicesindaco abbiamo avuto la disponibilità di questo spettacolare parco verde. 18 persone hanno portato i loro cani a fare il servizio fotografico, a distanza di mezz’ora una dall’altra. Non solo terranova, ma anche boxer, labrador e, non solo cani da soccorso in acqua, ma anche da esposizione. Ogni foto avrà una sua particolarità, essendo che sono state scattate ad orari diversi, e quindi con una diversità di luce le une dalle altre» ci ha raccontato il Presidente Marcello Mura.

rivara cani villa ogliani Res

Il Gruppo Subalpino di lavoro in acqua è un gruppo di protezione civile che da trent’anni opera nell’addestramento dei cani impegnati nel soccorso in acqua preparando ed addestrando le unità cinofile.

«Noi non cerchiamo di fare salvataggio vero e proprio, ma di fare prevenzione. Veniamo quindi chiamati a fare servizi sui laghi e sui fiumi oppure dove ci sia necessità della nostra attività per fare una prevenzione e per sicurezza. Oltretutto noi lavoriamo tutte le estati, dal mese di luglio alla fine di agosto,  a Ceresole prestando servizio di salvataggio e prevenzione sul lago, in convenzione col comune ed, inoltre, manteniamo la parte di addestramento al lago di Viverone. Non abbiamo solo terranova, ma come dicevo, anche Golden e Labrador, dai 3-4 mesi in avanti. Chiaramente più il  cane è piccolo, più c’è da investire in termini di tempo rispetto al cane adulto. Ci sono degli esercizi complessi, ma il consiglio che do sempre è di cominciare presto perché il cane più apprende da piccolo, più avrà un futuro facile nell’apprendimento da adulto. Mediamente per addestrare un Terranova ci si impiega tre anni per avere un cane operativo. Ci sono delle prove da superare, sono circa quattro esami, e di questi quattro esami l’ultimo è quello operativo: se il cane addestrato supera le prove di abilità e il conduttore è un assistente bagnante diventerà operativo a tutti gli effetti, altrimenti sarà operativo solo per passione» ha continuato Mura.

Diversi sono gli addestratori presenti all’interno del Gruppo Subalpino: c’è chi si occupa dei cani adulti, chi dei cuccioli e chi della parte a terra, sempre seguendo l’ottica del gioco e della passione perché ciò che questi splendidi cani fanno, per loro è esclusivamente un gioco, e così deve essere.

rivara cani villa ogliani1 Res
LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img