venerdì 2 Dicembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

MOTOCICLISMO – Caduta per Vietti che resta leader del mondiale. Bagnaia quinto in Motogp

Il pilota della Kalex VR46 era secondo dietro ad Aron Canet con il quale si stava contendendo la leadership del quarto round mondiale

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

MOTOCICLISMO – Austin non perdona. Celestino Vietti Ramus, dopo un weekend difficile, che sembrava essersi risolto con la seconda posizione in griglia di partenza, si è purtroppo concluso con una scivolata alla curva 6 che gli ha fatto dire addio alla gara. Il pilota della Kalex VR46 era secondo dietro ad Aron Canet con il quale si stava contendendo la leadership del quarto round mondiale. Stessa sorte è poi toccata più tardi allo spagnolo, suo diretto avversario nella classifica mondiale.

Dopo due vittorie ed un secondo posto, Cele mantiene la testa del campionato mondiale con 14 punti di vantaggio sul giapponese Ai Ogura e 16 sull’italiano Tony Arbolino che, proprio sul circuito di Austin, ha ottenuto la sua prima vittoria mondiale in moto2.

moto2 gara qatar vietti 2022 1024x683 def

«Credevo di avere tutto sotto controllo, invece no. Ho forzato un po’ troppo all’inizio, infatti non mi aspettavo certo di cadere in quel modo» ha commentato Vietti quando è rientrato nei box.

Francesco Bagnaia, scattava dalla prima fila e, dopo una gara in salita, dove il pilota chivassese ha dimostrato di avere ancora alcune difficoltà a tenere il passo dei primi, ha chiuso la gara in quinta posizione, limitando i danni e portando a casa dei punti molto importanti per la classifica generale. Vittoria dell’italiano del team Gresini, Enea Bastianini, alla sua seconda vittoria in Motogp che, dopo il GP delle Americhe, è in testa al mondiale, seguito dallo spagnolo della Suzuki Alex Rins e dall’australiano Jack Miller.

pecco 2 def

Delusione nel box di Pecco: «Sinceramente mi aspettavo di girare più veloce, ma ho faticato a trovare il ritmo. Oggi il nostro massimo obiettivo era il quinto posto, altri sono stati più bravi. Enea è stato velocissimo e credo che abbia gestito in maniera perfetta le gomme e la moto. Credo che solo lui avrebbe potuto rivaleggiare con Marc Marquez, qualora fosse partito bene. Marc aveva il passo per vincere, vista la rimonta che ha fatto. Io mi sono dovuto difendere e perdevo molto in accelerazione. Dobbiamo capire i motivi» questo il commento del pilota chivassese.

Tra quindici giorni si torna in Europa, in Portogallo sul circuito di Portimao.  

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img