venerdì 9 Dicembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

CHIAVERANO – I volontari dell’AIB partecipano al progetto “Micromar”

Sono state eseguite campionature del lago Sirio per verificare lo stato di inquinamento e di presenza di microplastiche e microfibre

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

CHIAVERANO – Ieri la Squadra AIB e PC di Chiaverano ODV (Organizzazione di Volontariato che si occupa di Antincendi Boschivi e di Protezione Civile) ha dato notizia sui social di aver eseguito le campionature del lago Sirio durante il weekend passato, per il progetto internazionale MicroMar, con l’obiettivo di monitorare l’inquinamento causato da microplastiche e microfibre nelle acque del Mediterraneo.

Le provette e i dati raccolti saranno consegnati in settimana ai ricercatori del Politecnico di Torino che, effettueranno una prima analisi, e li invieranno per indagini più approfondite alla Scripps Institution of Oceanography di San Diego (California).

Il progetto MicroMar è stato creato alla fine del 2020, grazie al lavoro congiunto delle ricercatrici Tonia Tommasi e Silvia Fraterrigo Garofalo del Dipartimento di Scienza Applicata e Tecnologia del Politecnico di Torino; dell’EU Joint Research Centre; della biologa ambientale Patrizia Pretto, dell’Istituto Oceanografico Scripps di San Diego e grazie alle attività condotte dalla Dott.ssa Manuela Rossi, dell’Università Federico II di Napoli e dal suo team di studenti.

MicroMar si propone di monitorare il grado di inquinamento del bacino del Mediterraneo (misurando le microplastiche e microfibre presenti nelle acque) coinvolgendo i cittadini e le associazioni no-profit nella raccolta dei campioni da analizzare, mediante l’approccio “Citizen Science”.

Il progetto è nato in maniera spontanea per la salvaguardia del Mediterraneo dalle tonnellate di plastica che ogni anno vengono immesse abusivamente nelle acque e causano danni all’ecosistema e gli esseri viventi che lo popolano.

Già molte ONG, enti parco e associazioni hanno aderito al progetto, tra cui AIB e PC Chiaverano, per un totale di 180 campionamenti effettuati e inviati al Politecnico di Torino.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img