venerdì 27 Maggio 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

RIVAROSSA – Il saluto dei suoi pazienti al dottor Soldati

Classe 1954, Laureato a Pisa nel 1981, Soldati è arrivato in Canavese nel 1986, a Locana, nel servizio di Guardia Medica, prima di approdare in questa zona come medico di famiglia

RIVAROSSA – Dopo 30 anni di onorata carriera tra i cittadini di Rivarossa, Lombardore e Bosconero, il dottor Franco Soldati ha saluto i suoi pazienti, appeso lo “stetoscopio al chiodo” e si prepara a tornare nella sua Carrara. «Anche se il legame che in questo trentennio ha sviluppato con Rivarossa è molto solido, ed ha già promesso che tornerà a trovarci», commenta il primo cittadino rivarossese, Enrico Vallino, che in sala consigliare ha voluto organizzare un momento di saluto e di ringraziamento aperto ai cittadini che, in questi anni, si sono affidati alla competenza e alla dedizione del dottore.

Classe 1954, Laureato a Pisa nel 1981, Soldati è arrivato in Canavese nel 1986, a Locana, nel servizio di Guardia Medica, prima di approdare in questa zona come medico di famiglia. «Credo che aver promosso questo incontro, che ha avuto anche un notevole riscontro da parte della cittadinanza, sia stato doveroso, specialmente dopo un periodo come quello che abbiamo appena attraversato, nel quale i medici sono stati in prima linea – aggiunge Vallino – Del resto il medico di famiglia è una figura che ci accompagna nel nostro percorso di vita, che condivide i nostri momenti di dolore. Che si fa carico di queste situazioni. E non deve essere semplice passare la propria giornata lavorativa tra persone che soffrono. Per questo il nostro saluto e il nostro ringraziamento sono stati assolutamente meritati».

Oltre al padrone di casa, Vallino, a rappresentare i “comuni di Soldati” anche il primo cittadino di Lombardore, Rocco Barbetta e, presente in spirito perché trattenuta da altri impegni, la sindaca di Bosconero, Paola Forneris: l’incontro si è concluso con la consegna di una targa, e con il rinfresco offerto ai presenti.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img