martedì 31 Gennaio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

MAPPANO – Serata contro le mafie con l’avvocato Giulio Calosso e Maria Josè Fava

Giovedì 24 marzo, presso la sala “Lea Garofalo”, racconteranno, con la moderazione della giornalista Nadia Bergamini, la loro esperienza diretta nella lotta alla mafia sui nostri territori

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

MAPPANO – Sarà dedicata alla lotta alle mafie la serata di giovedì 24 marzo. Un appuntamento organizzato per celebrare la Giornata della memoria e dell’impegno, fissata per il 21 marzo, dedicata alle vittime della mafia. Nella serata di giovedì 24, si diceva, la sala “Lea Garofalo” (una delle tante vittime innocenti) ospiterà l’avvocato Giulio Calosso, che per anni ha seguito la vicenda Minotauro, difendendo dal danno di immagine i Comuni di Leini e di Volpiano, e Maria Josè Fava, presidente di Libera Piemonte: «Due ospiti di prestigio, che racconteranno, con la moderazione della giornalista Nadia Bergamini, la loro esperienza diretta nella lotta alla mafia sui nostri territori», spiega la vicesindaca, con delega a Trasparenza e Legalità, Paola Borsello.

Un ulteriore tassello di un progetto portato avanti dalle scuola mappanesi, protagoniste di diverse attività di sensibilizzazione su questo tema. Nel novembre scorso, presso la scuola secondaria, si è tenuta la giornata della legalità e dell’ambiente, nel corso della quale è stata donata, dal corpo dei Carabinieri forestali, la pianta ottenuta dal genoma della magnolia presente, a Palermo, davanti alla casa del giudice Falcone. «I ragazzi delle scuole saranno protagonisti di un ulteriore progetto, proposto dal Comitato per i Servizi e patrocinato dal Comune – conclude – Un progetto che partirà con una caccia al tesoro, in programma per sabato 26 marzo, rivolta ai bambini, e che proseguirà con un concorso di idee, che metterà in palio delle borse di studio, per i ragazzi più grandi della secondaria. Vogliamo approfondire questi temi per poterli combattere anche a livello locale, perché la vita strappata a questi eroi sia una forza per tutta la comunità per una presa di coscienza chiara contro ogni infiltrazione mafiosa».

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img