martedì 31 Gennaio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

CALUSO – L’Istituto “Martinetti” aderisce all’iniziativa “Uniti per l’Ucraina”

Raccolta del SERMIG di Torino

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

CALUSO – La situazione di conflitto in Ucraina sta purtroppo producendo anche una drammatica crisi umanitaria: ai profughi ucraini giunti, fra gli altri Paesi confinanti, in Romania, servono beni di prima necessità.

Con altre istituzioni scolastiche di Torino e del territorio l’Istituto Martinetti di Caluso ha deliberato di aderire all’iniziativa del SERMIG di Torino “Uniti per l’Ucraina”: si tratta di una raccolta di beni di prima necessità, che le scuole aderenti effettueranno in contemporanea e che verranno consegnati al SERMIG nella giornata dell’8 marzo p.v., simbolicamente individuata poiché le donne, e i loro bambini, sono i protagonisti di questo esodo che ci lascia smarriti, sgomenti e indignati.

Si tratta di dare, nell’immediato, una risposta concreta, che tutta la comunità educante può opporre alla guerra, sulla base dei valori della Costituzione Italiana:

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali (art. 3).

L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali (art. 11).

Come contribuire:

nelle giornate del 3, 4, 7 marzo 2022 sarà possibile portare presso il Martinetti, in una busta o una scatola di cartone di quelle comunemente in uso nei mercati, i beni elencati: pasta, riso, polenta, salsa di pomodoro, legumi in scatola, zucchero, merendine, marmellate, latte condensato/in polvere, tonno/carne in scatola, latte in polvere, pannolini per neonati e bambini, coperte singole (NON matrimoniali), materiale chirurgico, bende, cerotti, grandi garze cotone, siringhe, aste per flebo, filo per suture; si chiede di non portare altro al di fuori di questo, e soprattutto non merci deperibili. Il punto di raccolta è la Biblioteca – rivolgersi al Centralino;

se non si è nelle condizioni di portare a scuola i beni per qualche impedimento (assenza o altro), si può fare riferimento ai punti di raccolta, anche successivamente all’8 marzo;

è possibile effettuare anche una donazione (fiscalmente detraibile) in denaro.

Si segnala, inoltre, l’iniziativa dell’associazione “La memoria viva”, per la raccolta di indumenti per donne e bambini, coperte ed eventualmente giocattoli, da destinare in Polonia e in Romania, che viene effettuata nella sede in Castellamonte, via Costantino Nigra 54, con orario 9-12 e 15-18, tel. 0124.515293.

CALUSO – L’Istituto “Martinetti” aderisce all’iniziativa “Uniti per l’Ucraina”

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img