martedì 7 Febbraio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

MAPPANO – Campioni: «Il fallimento della Giunta Grassi è evidente»

“Facendo bene i conti è stato ottenuto un incasso pari al 5 per cento dell’importo totale richiesto”

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

MAPPANO – È ancora la vicenda delle somme ottenute dai Comuni cedenti a tenere banco nella vita politica mappanese. Con le critiche mosse da Valter Campioni, capogruppo di “Uniti per Mappano”. «Con i ricorsi al Tar depositati nel 2018 contro Settimo, Leini, Borgaro e Caselle, Mappano inseriva nel proprio bilancio, alla voce entrate, 5.542.851 euro – spiega – Di quella somma, 1.474.745 euro dovevano provenire da Leini, Borgaro e Caselle. L’accordo, invece, si è chiuso con un incasso, che avverrà nei prossimi mesi, di soli 345mila euro. Dai quali si devono detrarre i 60mila euro di spese legali già sostenute, portando l’importo a soli 285mila euro. E da questa somma si devono ulteriormente detrarre i dividenti annuali che dal 2018 le società pubbliche avrebbero dovuto erogare a Mappano ma che hanno continuato ad erogare ai Comuni cedenti, possessori delle azioni, in quanto Mappano, avendo fatto ricorso al Tar, non poteva procedere al subentro delle quote azionarie. Facendo bene i conti è stato ottenuto un incasso pari al 5 per cento dell’importo totale richiesto. A questo punto la domanda è: perché, se l’Amministrazione era convinta delle proprie ragioni, non è andata a sentenza ma ha chiuso un accordo al 5 per cento di quanto richiesto?».

Una domanda per la quale Campioni ha una risposta: «Semplice. La Giunta Grassi deve dimostrare che è stata utile, e che i danni creati a Mappano non sono imputabili alla propria incapacità, ma che la responsabilità è dei Comuni cedenti – aggiunge – Il fallimento della Giunta Grassi è evidente: meno servizi e nessuna nuova opera pubblica, a differenza degli ultimi 30 anni, quando la crescita è stata costante e progressiva. In buona sostanza continua a fare campagna elettorale attivando cause legali e modificando il soggetto contro cui agire: prima la società Borsetto poi i Comuni cedenti. Con il risultato che gli avvocati brindano, e i cittadini, soprattutto mappatesi, pagano. Come gruppi di opposizione abbiamo costantemente invitato a recidere velocemente il cordone ombelicale dai Comuni cedenti, non attivando percorsi legali, ma utilizzando le risorse che gli amministratori eletti a Mappano nei concentrici erano riusciti ad inserire nei bilanci. Esattamente 385.000 euro per eseguire i progetti approvati: la rotonda Conad, quella di via Borgaro, il marciapiede lungo via Rivarolo – strada Cuorgnè».

MAPPANO - Campioni: «Il fallimento della Giunta Grassi è evidente»

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img