sabato 22 Gennaio 2022
spot_img
spot_img

PONT CANAVESE – Maggioranza e minoranza: attacchi e risposte sulla Rsa

L'Amministrazione Riva ha risposto con un volantino pubblico ai commenti della minoranza

PONT CANAVESE – Braccio di ferro tra maggioranza e opposizione a Pont Canavese, su diversi argomenti. Primo tra tutti la vicenda che riguarda la chiusura dell’Rsa di Pont, sulla quale l’Amministrazione Riva pone alcune precisazioni, rispondendo alle critiche dell’opposizione e contrattaccando.

Durante l’ultima seduta di Consiglio, il Consigliere di minoranza Paolo Coppo, aveva rilevato che fino all’anno scorso sulla RSA, gestita da CISS e Cooperativa, non aveva mai ricevuto rimostranze negative di nessun genere. “Solo verso l’estate si è saputo con certezza che il CISS, alla scadenza di dicembre 2021, non avrebbe più rinnovato la convenzione con l’Asl.

Proprio per questo, nel programma elettorale è stato assunto preciso impegno per il mantenimento della RSA a servizio dei degenti e per la tutela dei posti di lavoro. Infine ricordo che tutti gli impegni, di qualsiasi genere, che degli anni passati sono stati assunti verso la Cittadinanza, sono sempre stati rispettati.”

“ Noi siamo arrivati, sfortuna volle, proprio nel momento in cui, attraverso una commissione di vigilanza interna all’Asl, ha decretato la struttura non più idonea alla funziona Rsa. – Risponde la maggioranza attraverso un volantino – La vigilanza in questione a partire dall’anno2014 e fino all’agosto scorso, ha eseguito dei controlli rilevando delle carenze, per tale motivo, dal controllo avvenuto ad ottobre 2019 l’ingresso a nuovi ospiti è stato bloccato per inadempienza in quanto sono emersi vizi strutturali impiantistici igienico-sanitari di notevole entità. Le prescrizioni citate sono state eseguite sono in parte dall’Asl. In tutto questo la precedente amministrazione non si è mai minimamente preoccupata di vigliare come da delibera del 1999.”


E aggiunge: “La sentenza emessa è chiara e comporta la completa chiusura della struttura stessa. Questa condizione non si è generata durante il nostro mandato, ma è causa di un progressivo degrado. La domanda vorremmo farla noi alla minoranza: avete mai prestato attenzione a quanto stava accadendo? Chiediamo anche e soprattutto perchè era previsto, sempre da una delibera del 1999, quanto si riporta “disporre che il Sindaco relazioni annualmente in sede consiliare, invitando l’Asl a partecipare alla seduta”. Lo avete mai fatto? La risposta la diamo noi: No. Non esiste alcun verbale né tanto meno, nel periodo pregresso al nostro, la Rsa Pontese non è mai stata oggetto di interessamento da parte delle amministrazioni che si sono succedute da 20 anni a questa parte. Purtroppo – conclude l’Amministrazione Riva– noi siamo solo gli “ultimi della fila” e coloro che subiscono, con i pontesi, anni di totale indifferenza. A prescindere da tutto ciò ci siamo rimboccati le maniche e cercheremo di rimediare a questa disastrosa situazione ereditata, per il bene di tutti i pontesi”.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img