mercoledì 17 Agosto 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

AGLIÈ – “Messaggi dal futuro” nell’assemblea annuale di Confindustria Canavese

 Dopo lo stop forzato nel 2020 a causa dell’emergenza sanitaria, torna l’appuntamento pubblico annuale di Confindustria Canavese

spot_img

AGLIÈ – “Messaggi dal futuro: studiare il presente per costruire il nostro futuro” è il titolo dell’Assemblea annuale di Confindustria Canavese che si è tenuta giovedì 16 settembre, presso il salone comunale di Agliè. L’emozione per potere avere nuovamente la possibilità di incontrarsi in presenza era palpabile e ha contribuito a rendere la riunione, alla quale hanno partecipato oltre 200 ospiti, un appuntamento pregno di energia positiva ed entusiasmo.

Un pomeriggio intenso nel corso del quale, attraverso gli interventi dei vari ospiti, sono state affrontate molte tematiche di grande attualità che rappresentano la chiave di volta per agganciare la ripresa del nostro Paese: digitalizzazione, innovazione, tecnologia, capitale umano, sostenibilità, pari opportunità.

Dopo i saluti istituzionali portati dal governatore della Regione Piemonte, Alberto Cirio e dal Sindaco di Agliè, Marco Succio, la presidente Patrizia Paglia ha introdotto i lavori della giornata. Una relazione attraverso la quale ha voluto sottolineare la grande forza del territorio e ha rilanciato l’orgoglio di fare impresa degli imprenditori locali. “Diceva ironicamente Mark Twain che ‘fare previsioni è difficile, soprattutto se guardiamo al futuro’, ma quello che vogliamo fare oggi è un’altra cosa: non prevedere ma ascoltare il futuro che ci parla e ci dice di allontanarci dal porto sicuro, di andare incontro ai venti con le vele spiegate per esplorare e scoprire cosa ci aspetta il domani.”

Gli interventi del vicepresidente di Confindustria per il Digitale Luigi Gubitosi e del presidente regionale, Marco Gay sono stati incentrati su una tematica considerata oggi non soltanto una opportunità, ma un passaggio obbligato per tutte le aziende: la digitalizzazione, una delle chiavi per la competitività, leva essenziale per accrescere la capacità delle imprese di giocare un ruolo crescente sui mercati internazionali. Il fatto stesso che alcuni relatori anziché essere presenti in sala abbiano preso parte all’incontro collegandosi via web dimostra la grande evoluzione tecnologica avvenuta negli ultimi anni. Grazie alla digitalizzazione oggi anche gli eventi hanno subito una grande trasformazione e vestono una forma completamente nuova: sempre più spesso, infatti, vengono realizzati in una forma ibrida, in cui reale e virtuale, fisico e digitale interagiscono tra loro perfettamente, proprio come nel caso dell’Assemblea odierna.

Spazio poi a una stimolante tavola rotonda alla quale, moderati dal giornalista Marco Bardesono, hanno partecipato Guido Stratta, direttore delle risorse umane di Enel, Valentina Parenti, imprenditrice e co-founder dell’associazione GammaDonna e Silvia Bodoardo, docente e responsabile dell’Electrochemistry Group del Politecnico di Torino.

Un’occasione per un interessante confronto su temi diversi tra loro ma in qualche modo collegati e oggi assolutamente imprescindibile.

In primis il capitale umano: esso è indispensabile per introdurre le innovazioni tecnologiche e organizzative dalle quali dipende la produttività di un’azienda ed è quindi fondamentale per sostenere la crescita economica. Senza il capitale umano le nostre aziende non hanno futuro.

.

Poi la sostenibilità: da elemento collaterale essa è diventata un fattore competitivo e strategico per le imprese, considerate tra le principali protagoniste di tale inderogabile sfida. E’ quindi imperativo che le nostre aziende oggi agiscano sempre più al fine di favorire uno sviluppo pienamente sostenibile. Sviluppo che può essere raggiunto anche attraverso lo studio e lo sviluppo di tecnologie sostenibili, in tutti i campi. Silvia Bodoardo, grande esperta di innovazione in particolare nell’ambito della mobilità elettrica e nello specifico delle batterie, ha portato la sua preziosa testimonianza in tal senso.

Infine, è stato affrontato il tema delle pari opportunità. Insieme a Valentina Parenti, i relatori hanno discusso di quanto le donne costituiscano una leva necessaria per raggiungere la piena efficienza del nostro sistema economico e, pertanto, quanto sia fondamentale impegnarsi per superare il gap storico tra donne e uomini nel mondo del lavoro. Il problema della diversità di genere necessita di essere risolto nel breve tempo possibile e le imprese sono tenute a dare il proprio contribuito per agevolare questo vitale percorso.

Paglia ha concluso il suo intervento spronando gli imprenditori presenti in sala: “Dobbiamo proiettarci senza indugi nel nostro prossimo futuro. Abbiamo nel nostro territorio aziende eccellentissime e progetti ad alta potenzialità che stanno prendendo vita e dei quali siamo fieri e orgogliosi. Alle nostre imprese raccomando di tenere saldo il timone, nessuno dovrà dire tra vent’anni di essere deluso per ciò che non ha fatto”.

aglie assemblea confindustria 1
LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img