martedì 3 Agosto 2021
martedì, Agosto 3, 2021
spot_img

CANAVESE – “Sguardi al Futuro”: il bilancio dei primi sei mesi di Think Tank Canavese2030

Numerosi relatori si sono intervallati presso Villa Malfatti a San Giorgio Canavese

CANAVESE – Lo scorso lunedì 19 luglio, a Villa Malfatti, storica dimora di San Giorgio Canavese, si è tenuto un incontro per fare il bilancio dei primi sei mesi di attività del Think Tank Canavese2030.

Durante l’evento, intitolato “Sguardi al futuro”, che è stato trasmesso anche in diretta streaming, sono stati presentati anche i primi 4 asset di “Canavision”, il Piano di Attuazione per il futuro del territorio, che racchiude tutti i progetti del Think Tank, una visione d’insieme sotto tutti i punti di vista: economico, turistico, infrastrutturale, ambientale, culturale.

A sei mesi dalla nascita di Canavese2030, Fabrizio Gea, presidente del Think Tank, ha tracciato una prima accountability del lavoro svolto. “Canavese2030 deve avere al suo interno la capacità di progettare la vision unita alla capacità di realizzare l’execution. Avere contemporaneamente un pensiero lungo e la capacità di mettere a terra le cose. – ha dichiarato Gea sottolineando che – La volontà di “far accadere le cose” deve essere la stella polare che muove i suoi pensieri e le sue azioni.”

Fabio Vaccarono, vice president mondiale di Google managing director di Google Italia e membro del board di Google EMEA, ha presentato i primi risultati dello studio condotto sul posizionamento digitale del Canavese, dichiarando che praticamente la presenza è nulla e c’è tanto lavoro da fare al riguardo.

Uno degli elementi chiave per l’attrattività di ogni territorio è rappresentato dalla sua identità. E proprio per realizzare tale obiettivo nasce il progetto di Identità di Territorio – Design Sistemico per la Valorizzazione Territoriale dell’Area del Canavese, curato dal dipartimento di Design del Politecnico di Torino, la cui relazione è stata affidata a Pier Paolo Peruccio che sin dall’inizio ne ha curato la stesura.

Nel momento nel quale un territorio è consapevole della propria identità, in una competizione tra piattaforme territoriali, diventano dirimenti le alleanze strategiche per potersi posizionare negli scenari internazionali. Ecco che diventano indispensabili gli Accordi di Collaborazione tra Territori, la cui discussione sull’opportunità e sulla necessità è stata relazionata da Paola Casagrande, direttore del coordinamento Politiche e Fondi Europei, Turismo e Sport della Regione Piemonte e a Lamberto Vallarino Gancia, presidente del Teatro Stabile di Torino, annunciando l’Accordo di Collaborazione con Langhe Roero e Monferrato.

Il Sindaco di San Giorgio Canavese Andrea Zanusso e coordinatore di “Canavision” all’interno del Think Tank, ha illustrato la nascita del Progetto “Canavese Outdoor e Slow”: approcciare il territorio in una dimensione sostenibile del turismo, fatta di maggiore ricettività, di una sentieristica elevata ad elemento guida, di un ampliamento dell’utilizzo del digitale nella valorizzazione del territorio, di diversi modi di fare sport, cultura, eventi e vacanza.

Massimo Temporelli, presidente e founder di The FabLab, con il suo intervento ha tracciato poi una linea di visione sul Futuro dei territori nella Nuova Normalità post Covid-19. Il Covid ci porterà verso un modello di rapporto più stretto tra aree metropolitane e territori. Si ridisegneranno sì gli spazi urbani ma anche le reti, i trasporti, le piattaforme produttive, con uno spostamento del baricentro dal centro città alle periferie e ai territori.

Arturo Artom, già fondatore di YourTrumanShow Inc e del marchio #CenacoloArtom, neo componente dell’Advisory Board di Canavese2030, ha infine presentato l’anteprima di un “Cenacolo per il Canavese”. Il Cenacolo è un appuntamento ormai noto in cui ogni mese Artom ospita leader provenienti da differenti settori, dall’arte al design, dall’imprenditoria allo spettacolo, personaggi che raccontano la propria vita condividendo il mix unico di talento e fortuna che li ha portati al successo e si confrontano scambiandosi idee e prospettive sul futuro. Il prossimo, previsto in autunno, sarà dedicato al Canavese.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img