martedì 3 Agosto 2021
martedì, Agosto 3, 2021
spot_img

SANREMO – Equitazione: Ignace Philips trionfa al Gran Premio

Equitazione: Ignace Philips trionfa al Gran Premio

SANREMO – E sono sette! Tante le vittorie in poco più di vent’anni centrate a Sanremo dal belga “torinese” Ignace Philips nel Gran Premio, la gara più importante della “tre giorni” del Concorso internazionale di equitazione salto ostacoli. Ignace, portacolori de La Madonnina di Vinovo, si è imposto con il suo nuova cavallo, Lancetti. Alla seconda manche, cui erano ammessi i primi dieci, ha chiuso in 40,31 secondi; 55 centesimi di secondo in meno dello svizzero Paul Estermann, su Diarido.

Seguono altri due svizzeri, Paul Grimm e Romy Herzig. Quinto Geoffroy Lievaux Lecomte. Primo degli italiani Matteo Checchi, di Agrate Brianza (Monza), tesserato all’Etrea di Busto Arsizio (Varese). Settimo il torinese Marco Pellegrino. Soltanto tre gli italiani nei primi quindici.Da Ninove a… Vinovo. Quella di Ignace Philips (che aveva vinto complessivamente quattro gare in tre giorni), 50 anni, nato a Ninove nella provincia belga delle Fiandre Orientali, è una storia bellissima per chi ama il nostro paese.

Figlio di uno dei maggiori allevatori di cavalli al mondo, ha dimostrato subito grande talento in sella. “Ero venuto a Sanremo – racconta – che avevo una ventina d’anni. Per seguire il Derby dei Fiori che vinse Nuti con un cavallo di papà. Mi sono innamorato dell’Italia e ho deciso di rimanerci. E non mi sono più spostato, neppure nei momenti difficili che ho avuto, fra alti e bassi, poiché sarebbe stato troppo facile tornare a casa. A Sanremo sono poi venuto molte altre volte cogliendo sempre delle vittorie”.

Ignace ha una dedica: “A mia madre Marie Jeann che proprio oggi compie gli anni”. Philips monta per il centro ippico La Madonnina di Vinovo. “Con Lancetti – spiega – ero al secondo concorso dopo aver fatto un secondo e due quarti posti a Piazza di Siena. Con questa vittoria, ed essendo stato tante volte a Sanremo, mi sono sentito giovane. Qui trovo la concentrazione e l’atmosfera giusta. Tutto è organizzato alla perfezione. Un ringraziamento alla presidente Maria Grazia Menada”.

La Madonnina ha centrato un’altra vittoria, con una delle sue straniere: Sandrine Berger che in C130 ha preceduto proprio il suo istruttore Ignace. Molto bene anche Gloria Curzola, di Robassomero, soltanto diciassettenne, che ha ottenuto un terzo posto in C130 vinta ancora da Philips. La società di Vinovo era presente anche con Jessy Putallaz di Ginevra, Jessica Dolt di Crans-Montane, Luna Marie Schweiger, Michela Masoero di Torino, Ilaria Bisaschi di Villa Focchiardo e Chiara Rocca Guerenzi. Buoni piazzamenti e una notevole esperienza al cospetto di tanti validi avversari.

Il concorso ha visto lo strapotere degli svizzeri. In particolare Paul Estermann che ha vinto cinque gare: quasi tutte quelle alle quali ha partecipato. Molto bene il portacolori della Società Ippica Sanremo, Felipe Nagata Mendonca, che ha vinto due gare, in C130 e C135. Brasiliano, ma sanremese d’adozione, quest’anno, da quando sono ripresi i concorsi, è alla quarta vittoria fra maggio e questa prima metà di giugno.

Molto soddisfatta la presidente della società organizzatrice, la stessa Società Ippica Sanremo, Maria Grazia Valle Valenzano Menada: “Gare – dice – di ottimo livello e spettacolo. Felici che abbia vinto Ignace, affezionatissimo alla nostra manifestazione, e che tanti si siano detti molto contenti di aver partecipato al concorso. E grazie anche all’assessore al Turismo Giuseppe Faraldi che, intervenuto alle premiazioni, ha avuto modo di constatare gli sforzi che facciamo e insieme i soddisfacenti risultati che otteniamo”.

Il prossimo week-end a Sanremo, da venerdì a domenica, altro concorso internazionale.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img