mercoledì 16 Giugno 2021
mercoledì, Giugno 16, 2021
spot_img

LOMBARDORE / SALASSA – Deliberati 200mila euro per la progettazione della variante alla 460

La delibera è stata approvata questa mattina; soddisfatti il Presidente Asco, Maurizio Giacoletto, e gli assessori regionali Maurizio Marrone e Andrea Tronzano

LOMBARDORE / SALASSA – È stata approvata questa mattina dalla giunta della Regione Piemonte la delibera per il finanziamento iniziale delle prime tre opere strategiche sul territorio piemontese. Tra queste la progettazione della variante alla Strada provinciale 460 Lombardore-Salassa, che riceverà un finanziamento 200mila euro.

“È un’ottima notizia per l’intero territorio del Canavese – commenta Maurizio Giacoletto Presidente ASCO (Associazione Sviluppo Canavese Occidentale) e consigliere del Comune di Levone -. Dopo anni di promesse, un’accelerazione, di cui devo ringraziare l’assessore alla Semplificazione della Regione Piemonte Maurizio Marrone, che si era fin dall’inizio impegnato con i Sindaci del distretto per la realizzazione di questa infrastruttura fondamentale. Il progetto della “Pedemontana del Canavese” così come è stato impostato viene incontro alle esigenze di questo territorio che da 25 anni aspetta la realizzazione di un collegamento pratico ed efficiente. Favorirà il decongestionamento del traffico pesante all’interno dei centri urbani presenti in quest’area  e di conseguenza garantirà maggior  sicurezza viaria ai cittadini. Infine anche il turismo ne trarrà i suoi benefici, perchè sarà sicureamente più agevole raggiungere  le  bellezze naturalistiche qui presenti  in primis su tutti il Parco Nazionale del Gran Paradiso”.

“Come Regione Piemonte siamo soddisfatti di poter annunciare questo iniziale finanziamento per la progettazione di un’opera che il territorio del canavese attendeva da tempo – dichiara l’assessore alla Semplificazione Maurizio Marrone -. Progettare l’opera sarà fondamentale per riuscire ad ottenere il successivo finanziamento da parte del Cipe, che premia gli interventi con un grado di progettazione già in stato avanzato.

“Un’opera attesa da tanto tempo e che viene finalmente sbloccata – commenta l’Assessore allo Sviluppo delle Attività Produttive Andrea Tronzano. Nel corso delle visite alle aziende effettuate nel Canavese, quella di questa variante era stata una delle richieste più impellenti e necessarie da parte del sistema produttivo e dalle istituzioni locali per rendere maggiormente funzionale i collegamenti.
La variante faciliterà senza ombra di dubbio – aggiunge l’Assessore Tronzano – i percorsi verso il distretto industriale sgravando la strada 460 dal traffico pesante e consentirà al sistema produttivo di essere maggiormente competitivo. La progettazione è il primo passo, ma è sicuramente decisivo per la sicurezza e lo sviluppo della zona.”



Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img