giovedì 6 Maggio 2021

Intervista al Sottosegretario Giorgio Mulè

Ho il piacere di incontrare il Sottosegretario alla Difesa per capire come si sente in questo suo nuovo delicato incarico.

Domanda: Tu sei Giornalista e sei stato Direttore di giornali, oltre che Politico, come ti senti in questo nuovo ruolo? Te lo aspettavi?
Risposta: No, sapevo di essere tra i nominandi ma non sapevo dove mi avrebbero collocato. Ed il Ministro Guerini è stato ben lieto di questa mia nomina.

Domanda: È singolare il sapere di essere graditi alla nuova compagine di Governo, attendendo però una collocazione a sorpresa. Non trovi?
Risposta: Si anche perché non mi aspettavo il Ministero della Difesa ed è stata una piacevolissima sorpresa essendo un Ministero particolare con una componente istituzionale, una legata all’ Industria ed una geopolitica.

Domanda: Dunque non ti spaventa il nuovo incarico?
Risposta: Ho fatto il giornalista ed il Direttore e non mi sono mai stancato di studiare, di essere curioso. Molti giornalisti sono tuttologi ed, in tal modo, fanno un cattivo servizio. Io amo approfondire, quindi mi affascina la novità.

Domanda: Tornando alla tua precedente professione, quale settore hai trattato?
Risposta: Economia, Cronaca giudiziaria, Cronaca nera. Sono stato Direttore di Panorama. Solo come Direttore di Economy ero terrorizzato ma, poco dopo, era il più letto.

Domanda: Per farci una battuta: dal terrore per il Giornale Economy ad uno strepitoso successo di lettori?
Risposta: Sì, quando temi di sbagliare qualcosa, ti ci applichi maggiormente ed il successo arriva. Del resto, io frequentavo il liceo classico quando suonavo flauto traverso e, in Conservatorio, non ti è concesso di sbagliare, ti applichi, approfondisci, questo rigore mi serve oggi qui al Ministero.

Domanda: Cosa vorresti fare di prettamente tuo qui al Ministero?
Risposta: Intanto mi accontenterei di fare bene le cose per cui sono chiamato.
Ci occupiamo dell’Esercito, dell’Aeronautica, della Cyber Security, della formazione,  dei Gruppi sportivi, ecc.
Poi vorrei supportare le Aziende italiane all’estero. Inoltre esiste il Casd che è l’Università delle forze armate. Poi va avanti il progetto “Strade sicure”, dal 2008 con i nostri soldati in tutta Italia. Ne abbiamo, come vedi, di progetti e settori da portare avanti.

Domanda: Un tuo hobby?
Risposta: Cucinare. Mia nonna mi ha messo sulla buona strada con ricette semplici, so fare anche i dolci. Un mio piatto, battezzato da me con il nome “Miseria e nobiltà” con caviale e finocchietto selvatico.
Ma poi amo pulire la cucina dopo che ho preparato da mangiare. Sono un uomo d’ordine.
Ed amo le cose belle, come i fiori che ho qui al Ministero e che intendo cambiare spesso.

urbanlungo

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img