spot_img
venerdì 22 Ottobre 2021
venerdì, Ottobre 22, 2021
spot_img
spot_img

CANAVESE – “È ora di dire basta”: lettera di protesta di due giovani

CANAVESE – Riceviamo da due giovani canavesani (del 2002 e 2001), una lettera di protesta nei confronti del Governo sulla situazione che si vive in Italia, e la pubblichiamo integralmente:

“È arrivato il momento in cui bisogna dire basta. Avete già oltrepassato il limite molto tempo fa, ma adesso avete esagerato. Avete sottratto, senza pietà, ogni tipo di privilegio in dote alla vita di un essere umano. A qualsiasi ragazzo è stata rovinata la gioventù, il periodo più bello ed entusiasmante della vita. Non date la possibilità di uscire, non permettete alcun tipo di festeggiamento, non si è più in grado di fare niente. Avete calpestato, vergognosamente, le molteplici libertà della nostra Costituzione di cui, evidentemente, ne ignorate l’esistenza. L’articolo 13 della vostra amata, ma pressappoco sconosciuta, Costituzione sancisce che “La libertà personale è inviolabile. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altra restrizione della libertà personale”. Bisogna riconoscere che siete stati in grado di attuare dei provvedimenti per una manciata di mesi, giustamente o meno che fosse (non spetta a me commentare, sono solamente un giovane adolescente), senza creare troppi malumori, ma arrivati a questo punto, è ora che le cose cambino. Le vostre fandonie stanno facendo impazzire un numero incalcolabile di persone!

La vostra immensa fortuna risiede nel fatto che le generazioni di giovani di oggi non abbiano il coraggio di recarsi a Roma, dinanzi alla porta del palazzo nel quale “lavorate”, scendendo tutti in piazza per protestare riguardo i vostri “provvedimenti per il benessere (o forse malessere, non so più cosa sia lecito pensare) del popolo”.

Ho compiuto 18 anni da pochi mesi e non ho ancora avuto la possibilità di festeggiare. Recentemente ho superato l’esame per la patente e mi ritrovo senza nessuna possibilità di movimento. Diversi miei amici hanno speso importanti quantità di denaro per organizzare la festa di leva e si ritrovano impossibilitati nel festeggiare un evento così atteso ed importante. Altri, invece, hanno lavorato per un arco di tempo che va dai 3 ai 5 mesi in un anno, ricevendo poche briciole di sostegno. Molte persone sono state costrette a rivolgersi a specialisti quali psicologi o neuropsichiatri per ricevere un sostegno emotivo a causa dell’oppressione che voi, costantemente, esercitate sulla popolazione.

Viviamo circondati da gente impaurita, spaventata persino dalla propria ombra, timorosa di uscire dalla propria abitazione solamente perché la zona circostante è arancione. Tutto questo è opera di una classe politica incapace, da Giuseppe Conte a Matteo Renzi, da Zingaretti a Di Maio, e perché no, anche Matteo Salvini, ovvero un numeroso gruppo di “politici” che, invece di provvedere al benessere e alla sicurezza cittadina, seminano promesse senza raccogliere alcun frutto. I nomi antecedentemente citati, sentendo minacciata la loro comodissima poltrona, dichiarano che la colpa è, senza ombra di dubbio, delle persone che, di giorno, escono per fare una tranquilla passeggiata o si recano nei centri commerciali per acquistare alcuni beni necessari, o semplicemente di tutti coloro che decidono di vivere la vita con i propri parenti e amici. Vi sembra così sbagliato questo?

Un altro grande problema dell’Italia è l’informazione. Purtroppo questa non è libera, tutt’altro. È controllata dalla stessa classe politica citata precedentemente, e con lo sfruttamento di questa è in grado di creare terrore, paura tra la gente. Vorrei citare il metodo del “terrorismo psicologico” spiegato da Hermann Göring, un nazista che testimoniò al tribunale di Norimberga. Gli venne chiesto: “Come avete convinto il popolo tedesco ad accettare tutto questo?”. Lui rispose: “E’ stato facile. Non ha nulla a che fare con il nazismo, ha a che fare con la natura umana. Lo puoi fare in un regime nazista, socialista, comunista, in una monarchia e anche in una democrazia. L’unica cosa che si deve fare per rendere schiave le persone è impaurirle. Se riuscite a immaginare un modo per impaurire le persone, potete fargli fare quello che volete.” Quanta attualità dopo circa 75 anni..!

Sono curioso di sapere un’altra cosa: qual è la vera utilità del coprifuoco? Durante il periodo della guerra il coprifuoco era presente, ma il motivo era diverso e ben più grave ed importante. Non credo che una persona rischi la vita se esce di sera. Il fondo, ormai, è stato toccato da tempo: la gente non sa più come vivere, soffre la fame e purtroppo troppa gente, a causa vostra, ha compiuto l’estremo gesto, togliendosi la vita.. Li avrete sempre sulla coscienza. Bisogna “lodare” il grande “operato” del magnifico Giuseppe Conte e del suo “grande” ministro della salute Speranza, senza nulla togliere a tutti i danni causati dagli altri “eccezionali” ministri. Grazie a queste magnifiche persone che hanno a cuore la nostra amata Italia, adesso ci stiamo sgretolando sempre di più, fino a quando non rimarrà più niente, e va ammesso, con grande rammarico, che le cose non sembrano essere cambiate con questo nuovo governo. Nuove chiusure, nuove restrizioni, pochi vaccini ecc. Sono desideroso inoltre di conoscere il motivo del consenso che il Presidente Conte ha avuto da molti pensionati e statali. Ah già, forse perché a voi la pensione e lo stipendio non sono stati minimamente sfiorati.

Un altro tema importante da affrontare è lo sport! Palestre chiuse da mesi, centri sportivi mai riaperti. Io personalmente non mi alleno a calcio da metà ottobre! Tutti sappiamo che sport significa salute, che aumenta le difese immunitarie, aiuta l’autostima e soprattutto in un periodo così complicato per noi adolescenti sarebbe un perfetto modo di sfogare un po la rabbia e il nervoso accumulati in questo anno.

Vorrei concludere facendo un appello, affinché si possa risolvere al più presto tutta questa situazione. Sono un giovane pieno di sogni e aspettative, ma non vedo un futuro roseo per noi ragazzi in questo paese.. E di questo passo distruggerete senza pietà il Paese più bello del mondo, con una storia plurimillenaria, che è stata culla della civiltà! Salvate l’Italia!

Emanuele Filiberto Pellegrin e M. C.”

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img