domenica 25 Luglio 2021
domenica, Luglio 25, 2021
spot_img

CANAVESE – Boom di contagi Covid nelle scuole: 82 classi in quarantena e 1120 positivi

A San Giusto Canavese tre classi della primaria sono passate alla DAD

CANAVESE – È boom di contagi nelle scuole canavesane. Ben 82 classi sono in quarantena e 1120 persone sono positive. La settimana scorsa erano 450. Un balzo che lascia attoniti.

Il Sindaco di San Giusto Canavese, Giosi Boggio, ha lanciato un appello, anche alla luce del fatto che San Giusto Canavese ha 48 casi positivi con 3 classi della primaria messe in DAD: “L’attuale situazione caratterizzata da un incremento del numero dei contagi, impone un ulteriore invito a tutti i Sangiustesi al rispetto delle misure precauzionali anti-covid utili a contrastarne la diffusione. Rivolgo un particolare appello ai giovani affinché si adoperino a rispettare la normativa vigente e maturino la consapevolezza di quanto sia elevato il rischio di comportamenti non conformi alle norme anticontagio. Le belle giornate sicuramente non aiutano a non incontrare gli amici e il forte desiderio di ritornare ad avere una vita sociale neppure: eppure è fondamentale mantenere condotte responsabili ed orientare le proprie energie al bene comune! Vediamo oggi come anche molti giovani e giovanissisimi stiano contraendo il virus e di come oggi più che mai diventino vettori nel contagio delle loro famiglie e dei soggetti più fragili della nostra Comunità.”

“Attualmente 3 classi della scuola primaria sono in didattica a distanza e anche se l’Asl , analizzati minuziosamente i casi, escluda categoricamente che ci sia un focolaio all’interno della scuola, ciò non toglie che anche i bambini si stiano ammalando. Se la maggioranza di essi sono asintomatici , così non succede per i loro familiari. Esorto allora tutti ad avere comportamenti responsabili, invito i genitori a sensibilizzare alla problematica i propri figli e a prestare attenzione ai loro comportamenti poiché una vita sociale intensa e uno scarso livello di attenzione li espone al contagio e ad essere vettori di contagio.”

E conclude: “Confidando sull’aiuto di tutti ad affrontare ancora una volta con serietà questa nuova fase dell’epidemia, auguro a tutte le famiglie che stanno affrontando la brutta esperienza del coronavirus una prontissima guarigione e ricordo che per qualunque necessità i volontari della Protezione Civile e l’Amministrazione sono a disposizione.

Non lasciamoci vincere dal virus della rassegnazione, ma continuiamo a guardare al futuro con ottimismo e ben presto l’arcobaleno brillerà nel cielo!”

urbanlungo
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img