domenica 1 Agosto 2021
domenica, Agosto 1, 2021
spot_img

ROCK POLITICK – Ora serve la digitalizzazione in Canavese

ROCK POLITICK – La pandemia ha messo gli uomini di fronte al processo di digitalizzazione che sembra inarrestabile.

In Italia e in Canavese, le tradizioni e la complessità dell’apparato burocratico hanno rallentato e arrestato questo processo, portando la nostra Penisola a essere tra i paesi piú arretrati a livello di innovazione tecnologica e uno dei paesi con il Ptf (l’indice che misura appunto l’innovazione e la crescita) piú basso tra le potenze occidentali.

La nostra economia, il nostro commercio e la nostra politica devono adeguarsi al piú presto alla informatizzazione, pena uno stato di arretrattezza sempre piú evidente e sempre meno reversibile.

L’iniziativa intrapresa dal Comune di Castellamonte di offrire una piattaforma di e-commerce a disposizione dei commercianti e dei cittadini é il sintomo di un cambio di passo e di registro nella nostra regione. Ma non é abbastanza, la strada da intraprendere é sicuramente questa, ossia cercare di non intromettersi nel mercato e nella libera concorrenza ormai sempre piú indipendente dalle scelte politiche, ma intervenire con agevolazioni tecnologiche per velocizzare questo processo che porta a un indotto economico e culturale importante.

Gli strumenti a disposizione sono molti: le piattaforme di chat virtuale a distanza che stanno dilagando in questo periodo, ad esempio Zoom, dovrebbero essere inserite negli uffici comunali al piú presto, permettendo cosi agli impiegati pubblici di tenere un contatto con i cittadini e riducendo al minimo il rischio di contagi negli uffici pubblici.

La pandemia ci ha dato molte sofferenze, ma ci ha dato la possibilità di poter velocizzare quel processo di innovazione che era in stagnazione ormai da molti anni.

urbanlungo
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img