martedì 2 Marzo 2021

VENARIA REALE – L’RSA Piccola Reggia torna Covid-free

L'Amministrazione è in attesa di conoscere l'esito dell'ispezione dei Nas

VENARIA REALE – Dopo due mesi molto critici, la RSA Piccola Reggia ha comunicato all’Amministrazione comunale, che la struttura è tornata ad essere Covid Free.

Ecco la situazione aggiornata alla data di ieri: presenti n. 61 (hanno avuto un decesso no Covid nel fine settimana); positivi n. 0; negativi n. 61; deceduti dal 1 novembre 2020 ad oggi n. 53 ospiti, di cui n. 40 a causa del Covid19.

Situazione Operatori
Il 13 gennaio i 73 operatori in forza, hanno effettuato i test rapidi, i quali sono risultati tutti negativi.

Come previsto dalla normativa gli operatori effettuano il test rapido ogni 15 giorni, pertanto la situazione dal 13 gennaio 2021 ad oggi non è cambiata.

Vaccini
Domenica 10 gennaio sono giunte in struttura 60 dosi di vaccino, di cui 52 sono state somministrate agli operatori, mentre n. 7 sono state effettuate agli ospiti della struttura (una dose è stata somministrata al personale dell’Asl To3 che si è occupata di effettuare i vaccini a operatori e ospiti).

Tra una ventina di giorni coloro che hanno effettuato la prima dose di vaccino, effettueranno il richiamo. Ora sono in attesa di altre prime dosi, ma non hanno ricevuto risposte certe dall’Asl To3, in merito ad una data precisa di arrivo.

La Stanza degli abbracci
La stanza degli abbracci è stata donata alla Piccola Reggia dall’Associazione Avulss, ma non è ancora in funzione, in quanto l’RSA si sta adoperando nel predisporre una parete per poterla posizionare. Inoltre, l’utilizzo di tale struttura deve essere regolamentata. È quindi in fase di stesura, un regolamento ad hoc. Nel frattempo, i responsabili della struttura, si stanno adoperando al fine di rendere nuovamente possibili le visite ai parenti che, secondo la normativa in vigore, con le dovute precauzioni, si possono iniziare a riprendere.

Attualmente la struttura, essendo Covid Free, può riprendere a valutare nuovi ingressi di ospiti, sempre tenendo in considerazione la procedura prevista, ovvero: tampone prima dell’ingresso del nuovo ospite, 14 giorni di isolamento precauzionale, secondo tampone alla fine di questo periodo e, se negativo, ingresso nella struttura con gli altri ospiti.

“Come comunicato ieri sera nel corso del Consiglio comunale, – dichiara il sindaco Fabio Giulivi – siamo in attesa di conoscere le risultanze definitive dell’ispezione dei NAS avvenuta a dicembre. A seguito di tale relazione, l’Amministrazione comunale valuterà l’eventuale costituzione di parte civile, in eventuali azioni legali”.

urbanlungo

Leggi anche...