mercoledì 27 Gennaio 2021

CORONAVIRUS – Dal 29 novembre Piemonte, Calabria e Lombardia in arancione; in discussione il DPCM

Ancora in discussione diversi punti

CORONAVIRUS – “Una notizia positiva che è il frutto di tanti sacrifici dei piemontesi e del grande lavoro dal nostro sistema sanitario – commenta così il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, la notizia che il Piemonte passa in zona arancione – un passo importante, perché permetterà a molte nostre attività commerciali di riaprire, ma che dobbiamo vivere con grande senso di responsabilità. Non possiamo sprecare questo grande sforzo, non possiamo permetterci di tornare indietro. La strada è quella giusta, continuiamo a percorrerla insieme con senso di responsabilità e prudenza”.

Secondo il report preso in considerazione dalla Cabina di regia, quello che va dal 16 al 22 novembre, relativi all’intera nazione, i dati sono incoraggianti, ma l’incidenza rimane tuttavia ancora troppo elevata per permettere una gestione sostenibile e il contenimento.

In queste ore il Ministro Roberto Speranza firmerà l’ordinanza che “sposterà” Calabria, Lombardia e Piemonte in zona arancione, e Liguria a Sicilia in zona gialla, a partire da domani, domenica 29 novembre.

La suddivisione in zone sarà quindi questa:
zona gialla: Liguria, Sicilia, Sardegna, Lazio, Molise, Veneto, Provincia autonoma di Trento.
Zona arancione: Calabria, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Basilicata, Puglia, FVG.
Zona rossa: Provincia autonoma di Bolzano, la Toscana, Abruzzo, Campania, Valle d’Aosta.

L’ordinanza sarà valida fino al 3 dicembre.

Intanto è al vaglio un nuovo DPCM che dovrebbe essere in vigore dal 4 dicembre. Oggetto di discussione lo spostamento tra le regioni e ristoranti chiusi il 25 dicembre e Santo Stefano.

urbanlungo

Leggi anche...