sabato 28 Novembre 2020

TORINO – “Operazione Fortinite”: 17enne adescava i ragazzini sul web (VIDEO)

Sequestrato un ingente quantitativo di materiale pedopornografico

TORINO – Un ragazzo di 17 anni, a partire del periodo del primo “lockdown”, aveva utilizzato la piattaforma “Fortinite” per adescare bambini di poco più di 10 anni e carpirne la fiducia, spostando la comunicazione su altri social network, quali Tik tok, Instagram  e Whatsapp.

L’operazione, denominata “Fortinite” è stata svolta dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Rivoli-Questura di Torino, con la collaborazione del Compartimento Polizia Postale Piemonte e del Compartimento Polizia Postale Veneto.

Una volta introdottosi nelle loro vite, mediante dialoghi via chat ed altre forme di contatto virtuale, il ragazzo pian piano induceva i bambini a ricevere passivamente immagini di natura pedopornografica e, in un momento successivo, a produrre tali immagini.

Le immagini ed i video di natura pedopornografica, attualmente al vaglio dell’Autorità Giudiziaria, venivano prodotte dai bambini nelle loro camerette, con i cellulari nella propria disponibilità, a fronte prima di richieste dietro un compenso economico, elargito sotto forma di ricariche telefoniche  e soldi cash, e poi per effetto di vere e proprie minacce.

La strategia dell’adescamento era la seguente. Il diciassettenne si presentava prima come “amico” e semplice compagno di giochi, poi, in un momento successivo, provava a spostare il tenore delle conversazioni, ora con dei “ti amo”, ora con invio di immagini pedopornografiche, sino a giungere a vere e proprie minacce funzionali alle richieste di natura estorsiva.

I genitori dei bambini coinvolti erano inconsapevoli di quanto stava accadendo da mesi nelle camerette dei loro figli, che nel frattempo erano impegnati per gran parte della giornata con dispositivi elettronici anche a causa del lockdown in corso.

A seguito di accertamenti eseguiti dal personale del Commissariato di Rivoli, difatti, le condotte di adescamento hanno avuto luogo sin dai primi giorni di aprile e si sono protratte indisturbate sino a quando, una madre, nei primi giorni di luglio, ha un sospetto.

Nei primi giorni di luglio la madre di uno dei bambini, che aveva poco più di dieci anni, si è trovata per caso a guardare lo schermo dello smartphone del proprio bambino, leggendo una frase dai toni strani, sicuramente inusuale per una conversazione tra bambini.

Incuriosita ha aperto la conversazione della chat e lì si è aperta una finestra verso un mondo che non avrebbe immaginato. Si è recata immediatamente presso il Commissariato di Rivoli per sporgere la denuncia, offrendo, nel racconto quello che nel giro di pochi giorni appare agli occhi degli investigatori essere la punta di un iceberg.

La Procura per il Tribunale dei minorenni di Torino ha disposto perquisizioni immediate nel torinese  e nel Veneto, eseguite dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Rivoli unitamente al Compartimento Polizia Postale Piemonte ed al Compartimento Polizia Postale Veneto. L’attività di ricerca ha esito positivo venendo individuato un ingente quantitativo di materiale pedopornografico, attualmente al vaglio dell’Autorità Giudiziaria.

originalvenariabannerpirccCAMPAGNA AMICA BANNER 730
urbanlungo
Original Marines

Per il tuo Natale...

- Advertisement -

Leggi anche..

TORINO – Covid: Città Metropolitana preoccupata per la situazione nelle RSA

TORINO - La Città metropolitana di Torino attraverso l'intervento del vicesindaco Marco Marocco esprime preoccupazione per la situazione nelle RSA del territorio, sia rispetto...

CERES / TORINO – Arrestate tre persone per furto (VIDEO)

CERES / TORINO - Nell'ambito dei controlli anti.-Covid, i carabinieri hanno arrestato tre persone per furto. A Ceres, i militari dell’Arma hanno arrestato un italiano...

TORINO – Si reca dai Carabinieri per autodenunciare il possesso di una pistola

TORINO - A Torino, i militari dell’Arma hanno arrestato per porto illegale di armi e munizioni e per ricettazione, un italiano di 31 anni...

TORINO – Cinque casi di violenza contro le donne negli ultimi mesi all’attenzione della Polizia

TORINO - Federica ha scoperto che il suo convivente fa uso di droga. Il suo carattere è cambiato e sta diventando sempre più aggressivo...

TORINO – Favorivano l’immigrazione clandestina: 8 misure cautelari e 67 denunce (VIDEO)

TORINO - Dall’alba, in tutto il Piemonte ed in altre località del territorio nazionale, oltre 50 Carabinieri del Comando Provinciale di Torino stanno eseguendo...

Ultime News

TORINO – Covid: Città Metropolitana preoccupata per la situazione nelle RSA

TORINO - La Città metropolitana di Torino attraverso l'intervento del vicesindaco Marco Marocco esprime preoccupazione per la situazione nelle RSA del territorio, sia rispetto...

CANAVESE – 525 pazienti nei reparti ospedalieri; pronto il progetto esecutivo per la rianimazione di Ivrea

CANAVESE – Salgono a 525 i pazienti Covid ricoverati nei reparti ospedalieri dell'Asl To4. Sono così ripartiti: Ospedale Chivasso (Terapia intensiva + Terapia semi-intensiva +...

BORGARO TORINESE – Auto in fiamme sul cavalcavia al confine tra Borgaro e Mappano

BORGARO TORINESE – Auto in fiamme oggi, venerdì 27 novembre, intorno alle 14, sul cavalcavia al confine tra Borgaro Torinese e Mappano. La vettura si...

CUORGNÈ – Terminati due interventi di ripristino

CUORGNÈ - “Pur con i rallentamenti legati alla pandemia e alla burocrazia, siamo riusciti a far dar seguito a due importanti interventi di asfaltatura...

Pensieri e Parole..in tempo di Covid: Danilo Saccotelli

Nella puntata odierna di Pensieri e Parole..in tempo di Covid, abbiamo affrontato il problema delle RSA con Danilo Saccotelli; terapeuta presso le case di...