venerdì 5 Marzo 2021

TORINO – La Pininfarina annuncia la messa in liquidazione della controllata Engineering

Domani sciopero davanti allo stabilimento di Cambiano; Mauro Fava: “La lega farà sentire la sua voce in supporto”

TORINO – Oggi presso l’AMMA di Torino l’azienda Pininfarina S.p.A. ha annunciato alla FIM CISL la messa in liquidazione della controllata Engineering S.r.l. con sede a Torino presso il Lingotto.

Azienda di recente costituzione con la presenza di 135 persone, tutte alte professionalità, impiegate nella progettazione e servizi automotive.

L’Azienda dichiara una perdita consistente nel business a causa dei due progetti principali uno in Iran e una start up cinese con sede a Hong Kong per una perdita secca di 150 milioni di euro; progetti che si sono rivelati fallimentari per via dell’embargo internazionale e per il fallimento della società cinese.

L’azienda dichiara di avere grosse difficoltà a permanere nel settore di ingegneria meccanica poiché le condizioni economiche non sono sostenibili in una logica di mercato molto competitiva.

Pininfarina S.p.A. da febbraio ripianava le perdite con innesti di liquidità.

“Dopo la vicenda dello stabilimento Bairo – dichiara Arcangelo Montemarano – un’altra pessima notizia per i lavoratori del gruppo e per tutto il territorio torinese.

Sicuramente da un’azienda cosi prestigiosa ci saremo attesi una politica di investimento in grado di svoltare verso l’elettrico o su nuovi segmenti di mercato senza dover ricorrere alla messa in liquidazione che lascia senza alternativa i lavoratori. Oggi abbiamo richiesto all’azienda l’assunzione delle proprie responsabilità sociali che con questa scelta mettono in grave difficoltà i lavoratori e le loro famiglie. Auspichiamo che nei prossimi incontri si riveda la posizione manifestata oggi, ricercando percorsi alternativi.”

Il presidente della Seconda commissione del consiglio regionale, il leghista Mauro Fava, commenta così la comunicazione alla Consob della liquidazione Pininfarina Engineering, con lo spettro del licenziamento per 138 addetti.

“Ancora uno scenario di crisi che travolge l’indotto automotive del nostro Piemonte con la Pininfarina Enginaeering  in liquidazione. Una situazione difficile che l’emergenza Covid ha contribuito a fare detonare e che, stavolta, non colpisce le tute blu ma interessa 138 ingegneri e specialisti. La Lega, sempre attenta alle dinamiche occupazionali e alle ricadute economiche, farà sentire la sua voce in supporto della controllata Pininfarina che si occupa di ingegneria e progettazione. Il Governo continua a guardare il dito e non la luna, affrontando le situazioni legate alla pandemia senza una regia complessiva mentre una crisi dopo l’altra si aggiunge alla Vertenza Torino. Senza un piano di tutele complessive da attuare immediatamente, il Piemonte arriverà all’opportunità Stellantis depauperato di professioni, risorse e competenze che erano le nostre leve competitive in Italia e nel mondo”

A fronte di questa scelta aziendale, la Fim Cisl proclama 8 ore di sciopero per la giornata di domani mercoledì 28 ottobre con assemblea dalle 10 con presidio davanti i cancelli della Pininfarina S.p.a. a Cambiano.

urbanlungo

Leggi anche...