domenica 25 Ottobre 2020

Covid, lo 007 dei contagi: “Il posto più pericoloso è casa tua”  

“Oggi usiamo misure come le mascherine e il distanziamento sociale. Il posto più pericoloso? Paradossalmente è fra le mura di casa, dove non c’è distanza né protezione. E’ il punto di maggior diffusione del coronavirus Sars-CoV-2 ed è più importante fare bene un isolamento vero. Ma è anche il punto più difficile dove farlo”. A mettere in guardia è Marino Faccini, Ats Città metropolitana di Milano. Professione contact tracer: ‘detective’ dei contagi e dei loro contatti stretti.

“E’ importante identificarli – spiega all’Adnkronos Salute l’esperto dell’Unità operativa complessa Medicina preventiva nelle comunità-Malattie infettive – Se non si interviene, il contagio parte. Per esempio in fase 1 abbiamo avuto focolai in quasi tutte le Rsa. Ora abbiamo avuto focolai in gruppi di ritorno dalle vacanze, fra i ragazzi soprattutto per viaggi studio in Paesi come Malta e Grecia. E abbiamo tanti focolai familiari. L’ultimo intercettato questa domenica ha dato un bilancio di 5 positivi su 5. Tutta la famiglia contagiata, con un’infezione partita da un componente del nucleo”.

“Abbiamo avuto in questi giorni – prosegue – anche focolai in luoghi di lavoro, con una quindicina di casi fra persone che facevano tutte lo stesso turno e si sono contagiate. Le abbiamo identificate attraverso contact tracing e tampone. Questo perché, se sospettiamo che il virus possa essere circolato, lo facciamo fare subito. E’ molto importante agire appena abbiamo sentore di un inizio, e allarghiamo in quel caso anche il concetto di contatto stretto”. I rientri, osserva Faccini, hanno poi messo in circolo un’altra categoria: gli “ignari contatti di volo”. Sono quelle persone che hanno viaggiato sedute nei due posti vicini alla persona risultata infetta, cioè davanti, dietro e di fianco.

Le persone in questione, “se per esempio sulla linea Olbia-Milano, Madrid-Milano o Lima-Milano ha viaggiato un positivo, si trovano la chiamata inaspettata del contact tracer e devono fare anche loro l’isolamento. In genere sono persone che tornano dalle vacanze, ormai sicure di non aver problemi, ma in aereo il contatto c’è stato”, dice Faccini.

In questi giorni “i contagi sono andati aumentando. C’è stato il fenomeno dei rientri, ma adesso sono stati quasi riassorbiti e non è solo quello. Il virus ha ripreso a circolare con la ripresa delle attività e delle scuole. Siamo dunque in una situazione di grande attenzione. Importante è anche l’attività sui servizi alla persona, come parrucchieri, ristoratori, dove facciamo monitoraggio. Facciamo controlli seriali con tamponi. L’importante infatti è identificare i focolai e circoscriverli”.

Ora, conclude, “siamo in una fase intermedia in cui le persone contagiate sono un po’ più giovani, mediamente l’anziano sta più attento e spero continui. Soprattutto adesso conterà molto il comportamento delle persone”. L’appello di Faccini è a “continuare con la prudenza. Noi cerchiamo di fare di tutto per tracciare e testare, ma se le persone si comportano bene riusciamo a contenere la trasmissione. La nostra attività può arrivare fino a un certo punto e il virus non lo puoi fermare facilmente senza la collaborazione dei cittadini, che in questa fase è cruciale. La persona attenta ci aiuta e aiuta se stessa. E così si limita di molto l’intervento e il disagio per tutti”.

(AdnKronos)

Original Marines
- Advertisement -

Leggi anche..

Galli: “Il non necessario a breve andrà tolto” 

"In ospedale lo sconforto, nel personale, è tangibile. Il reparto, almeno da noi, somiglia già molto a quello dello scorso marzo". Lo dice Massimo...

Locatelli: “Non rivivremo il lockdown, Paese è preparato” 

"I numeri italiani non possono che essere guardati con una certa preoccupazione, per quanto la nostra situazione sia favorevole rispetto a quella di altri...

Covid, Crisanti: “Misure restrittive con 7/8 mila casi al giorno”

"Se si arriva ai 7mila-8mila casi al giorno bisognerebbe prendere dei provvedimenti restrittivi". Lo dice Andrea Crisanti, virologo dell'Università di Padova, parlando degli ultimi...

Covid, Zaia: “In Veneto non c’è più emergenza”

"In Veneto ora non c'è più emergenza sanitaria. Abbiamo 28 persone in terapia intensiva, contro le centinaia di prima. Solo l'1,8 per cento dei...

Covid, Russia sfiora 8mila contagi in 24 ore  

La Russia sfiora gli 8mila contagi e i cento morti per l'epidemia di coronavirus nelle ultime 24 ore. L'ultimo bollettino delle autorità sanitarie registra...

Ultime News

CORONAVIRUS – Firmato il nuovo DPCM: chiusura dei locali alle 18

CORONAVIRUS – Non ha ascoltato completamente le Regioni il Premier Giuseppe Conte che nella notte ha firmato il nuovo DPCM che...

L’AMORE UNIVERSALE

Voglio ispirarmi all'Enciclica "Fratelli tutti" di Papa Francesco. Non riporto qui  l'intero documento disponibile però sul sito www.vatican.va.Ma qualche considerazione vorrei...

CASTELLAMONTE – Auto in fiamme in via XXV Aprile (FOTO)

CASTELLAMONTE – Intervento nella notte, dei Vigili del Fuoco di Castellamonte e Ivrea, in via XXV Aprile a Castellamonte.

VOLPIANO – Sequestrati due fucili e diverse munizioni: un arresto e una denuncia

VOLPIANO - Sequestrati due fucili e munizioni, nell'ambito di specifici servizi di disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Torino; arrestata...

CORONAVIRUS – In bozza un nuovo DPCM che prevede chiusure: e si scatena la protesta

CORONAVIRUS – Si scaldano gli animi tra le attività commerciali. È difatti di qualche ora fa la notizia che è in...
X