lunedì 19 Aprile 2021

RIVAROLO CANAVESE – Parte il servizio di monitoraggio delle Guardie Ambientali d’Italia, sezione di Rivarolo

Un modo per far sentire i cittadini più sicuri

RIVAROLO CANAVESE – Nella giunta di venerdì 4 settembre si è votata la delibera che ha dato il via al servizio volontario per il monitoraggio della sicurezza urbana e dell’arredo urbano all’interno del territorio della Città di Rivarolo Canavese. Il servizio è svolto dalle Guardie Ambientali d’Italia della sezione di Rivarolo che ha sede nei locali dell’ex pretura nel parco del Castello Malgrà.

“La volontà dell’Amministrazione comunale è prima di tutto quella di far sentire i cittadini più sicuri – spiega l’assessore Lara Schialvino – sapendo che una pattuglia delle Guardie Ambientali d’Italia circolerà ogni sera, compreso sabato e domenica, unicamente all’interno del nostro Comune per poter essere di supporto alle Forze dell’Ordine, così da garantire un maggior controllo del territorio. Ma vuole anche essere di monito per disincentivare la maleducazione di chi volutamente danneggia il bene pubblico: l’arredo urbano è da tutelare poiché ognuno di noi provvede alla sua realizzazione tramite il pagamento delle tasse e rovinarlo vuol dire dover impegnare altro denaro pubblico per la riparazione di quanto distrutto e quindi di non poter destinare risorse all’acquisto di nuovi beni. Dobbiamo dedicare maggiore attenzione all’ambiente che ci circonda così come avviene per i beni personali, ad esempio la propria casa, perché solo così potremo garantire un ambiente migliore in cui vivere.”

Le Guardi Ambientali d’Italia hanno stipulato una convenzione con il Comune di Rivarolo ad inizio anno 2020 e si sono subito attivate nell’affiancare la Polizia locale per le attività legate al controllo durante i mesi dell’emergenza Covid 19 e nello specifico per poter permettere di riaprire in sicurezza gli uffici comunali al pubblico.

L’Amministrazione è grata alle associazioni locali che svolgono un contributo fondamentale per i Comuni soprattutto in anni dove si presentano sempre più emergenze e dove le leggi consentono di assumere sempre meno personale.

urbanlungo

Leggi anche...

spot_img