sabato 15 Agosto 2020

TORINO – Nursind: “Chiudere il servizio psichiatrico del Mauriziano è una follia”

Coppolella: “I dati lo dimostrano”

TORINO – “Chiudere il servizio psichiatrico diagnosi e cura del Mauriziano, è una follia”.

Lo dichiara Francesco Coppolella, Segretario Nursind Piemonte. E lo fa in base ai dati:

17 posti letto, 300 ricoveri in un anno con un tasso di occupazione del 90,02%. Una presenza media giornaliera di 15,30 pazienti con una media di ricovero giornaliero dello 0,78%. 5550 giornate di ricovero. 72 pazienti ricoverati in regime di trattamento sanitario obbligatorio. Il 26% dei ricoverati.

ospedale mauriziano 1

“Tralasciando i dati relativi alle importanti e gravi diagnosi trattate, ci chiediamo come sia possibile di fronte a questi dati operare un simile taglio.
17 posti letto in meno per la psichiatria torinese e per un vasto territorio della città che visti in numeri lasciano presagire importanti ripercussioni sulla salute dei cittadini affetti da queste patologie e sull’organizzazione dei servizi che si occupano di queste fragilità.
Il reparto in questione che si può considerare una terapia intensiva delle patologie psichiatriche e gestito dal personale sanitario dell’asl città di Torino ed è stato  utilizzato per incrementare i posti letto di pazienti covid durante la pandemia. Le motivazioni che non tengono conto dei dati relativi alle attività del reparto non ci sembrano sufficienti a giustificare il taglio dei posti letto. Un taglio grave, senza credibili giustificazioni se non quello di risparmiare sulla pelle di soggetti fragili e su chi se ne occupa.”

nuovoBannerPaonessamobili brunassocoferlungo

“La domanda è semplice, – prosegue Coppolella – dove finiranno questi pazienti, questi ricoveri, questi tso tenuto conto che il tasso di occupazione degli altri servizi psichiatrici hanno un tasso di occupazione anche più alto? Ci chiediamo se sia stata data una risposta a questa semplice domanda.
È ovvio che se si tagliano posti letto e non si creano alternative il passaggio da un letto ad una barella in un pronto soccorso è scontato con tutte le difficoltà di gestione che  la tipologia di paziente comporta. È altrettanto ovvio che senza ulteriori strumenti territoriali, gestire i pazienti che necessitano di ricovero e di un trattamento di cura intensiva , non lo si potrà fare senza incorrere in gravi conseguenze per gli stessi pazienti. È del tutto evidente che l’emergenza covid non ha insegnato nulla e che la priorità resta quella di tagliare i costi sulla pelle dei più deboli. Alcune avvisaglie di questo taglio sono già arrivate da un incremento di pazienti che si rivolgono ad altri pronto soccorso della città.”

prolococinemabannerBanner venaria agostobannerRestate
bannercortinalungo2fuorirottabanner1050 jpegurbanlungo
CAMPAGNA AMICA BANNER 730originalvenariabannerpircc
BANNER ONLIVE JPEGUrban Orari luglio banner


regioneaprile
cofer1cortinamaggio2Original Marinescortinalocandmaggio2fuorirottaloc1Locandinabrunasso1NuovaLocandinaPaonessa
LocandinaRestatescalvenariaagosto
- Advertisement -

Leggi anche..

TORINO – Incendio in alloggio; un ustionato

TORINO - Incendio in un alloggio questa notte, sabato 5 agosto, intorno alle 3, in via delle Querce a Torino.Le fiamme sono...

TORINO – Deteneva armi ed è sospettato di essere un usuraio: arrestato

TORINO - Nella sua abitazione aveva una pistola semiautomatica Herstal cal. 7.65 matr. 676256 (intestata a una persona deceduta nel 2001),...

TORINO – Senza mascherina e biglietto si rifiuta di scendere dal treno: arrestato

TORINO - Senza mascherina e biglietto si è rifiutato di scendere da un treno regionale e ha iniziato a dare in...

VILLARFOCCHIARDO – Revocata la licenza ad un’armeria: riforniva la “banda dei bancomat”

VILLARFOCCHIARDO - Martedì 4 agosto, personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Torino ha notificato al titolare di...

TORINO – Da anni picchiava la moglie, arrestato (VIDEO)

TORINO - Si erano conosciuti nel 2006 in chiesa. L’uomo, classe 1976, l’aveva scelta come moglie su indicazione “divina”. Dopo un...

Ultime News

TORINO – Incendio in alloggio; un ustionato

TORINO - Incendio in un alloggio questa notte, sabato 5 agosto, intorno alle 3, in via delle Querce a Torino.Le fiamme sono...

CUORGNÈ – Scontro auto e scooter in località Goritti; ferito in modo serio il centauro

CUORGNÈ – Incidente oggi, venerdì 14 agosto, intorno alle 16, in località Goritti a Cuorgnè. A scontrarsi uno...

VALPERGA – Teme che sia il morso di un insetto velenoso, invece sono solo graffi di rovi

VALPERGA – Sembrava potesse essere il morso di qualche insetto velenoso, invece erano solo graffi infetti. Questa mattina,...

TORINO – Deteneva armi ed è sospettato di essere un usuraio: arrestato

TORINO - Nella sua abitazione aveva una pistola semiautomatica Herstal cal. 7.65 matr. 676256 (intestata a una persona deceduta nel 2001),...

CASTELLAMONTE – Tentato furto a casa della famiglia Rosboch

CASTELLAMONTE – Ha tentato di rubare nella villa della famiglia Rosboch, conosciuta in città per il tragico omicidio della figlia, Gloria.
X