spot_img
sabato 25 Settembre 2021
sabato, Settembre 25, 2021

RIVAROLO – In Biblioteca, “Frammenti di Memoria Rivarolese dall’archivio Fotografico-Documentario”

Un progetto desiderato da anni che ora ha preso vita

RIVAROLO CANAVESE – “Frammenti di Memoria Rivarolese dall’archivio Fotografico-Documentario” è un progetto giacente nel cassetto dei “desiderata” da anni.

“In queste complesse settimane di chiusura al pubblico, – dichiarano dalla Biblioteca Comunale “Domenico Besso Marcheis”, Assunta, Mariagrazia e Riccardo – occasione peraltro di riflessioni e ripensamenti, in accordo con l’Assessore alla cultura Costanza Conta Canova e con il Consigliere comunale Guido Novaria, abbiamo deciso di tradurlo in realtà proprio in coincidenza con la riapertura della Biblioteca, anche per riaffermare il ruolo trainante di questa istituzione nel percorso identitario della comunità.”

Questa iniziativa, tesa a diffondere e valorizzare la memoria storica cittadina, segue idealmente la traccia avviata nel passato dalla Biblioteca Comunale con:

– la raccolta, a partire dal 1982, di un cospicuo fondo di materiale fotografico e documentario (parte di questo è riproduzioni provenienti da raccolte private tra le quali spiccano in particolare quelle di Celeste Ferdinando Scavini, Ivo Giustetti Podio);

– le numerose mostre realizzate negli anni ottanta e novanta presso l’allora sala espositiva di Via Palma di Cesnola;

– analoghe esposizioni ospitate nelle sale del Castello Malgrà dalla metà degli anni novanta;

– la realizzazione del “Calendario 2000” edito per celebrare il Millenario “storico” della città;

– il lavoro di ricerca, propedeutico alla stampa del libro “Rivarolo Canavese Città 1863/2013” pubblicato nel 2013 in occasione del 150° Anniversario.

“Attraverso il sito istituzionale e le rubriche on-line della Biblioteca (facebook – instagram – twitter) intendiamo condividere parte di questo patrimonio archivistico costituto principalmente da fotografie, cartoline e stampe; queste immagini (max 2/3) per volta, verranno proposte “a tema” con brevi annotazioni e con cadenza bisettimanale. Non mancheranno, ad intervalli, le presentazioni di altre tipologie documentarie.

Le immagini parleranno in prima persona e ci restituiranno situazioni, atmosfere e personaggi di una città non convenzionale, singolarmente viva e reale. Di questa nostra Rivarolo, in bilico tra tradizione e cambiamento, ci riveleranno paesaggi noti e meno noti, scorci urbani ormai scomparsi, vedute campestri, chiese, palazzi, opifici, treni e stazioni, piazze, strade e ponti. Potremo annotare i cambiamenti urbanistici avvenuti nel tempo e apprezzare scene di vita collettiva d’altri tempi, al mercato, nelle piazze o nei lavatoi lungo le rogge.

Questa articolata e progressiva riscoperta fotografica della nostra Rivarolo coprirà un arco temporale compreso tra la fine dell’ottocento e gli anni ottanta dello scorso secolo con qualche sconfinamento anche più retrodatato. Sarà l’occasione per riannodare il “fil rouge” dello stretto e inscindibile rapporto tra passato-presente-futuro della storia cittadina. Relativamente agli argomenti sfiorati in questa carrellata la Biblioteca Comunale e l’Archivio Storico Comunale, con i loro fondi bibliografici e documentari, saranno comunque sempre a disposizione per chi desiderasse eventuali approfondimenti. Ci auguriamo che l’iniziativa sia di vostro gradimento.”

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img