spot_img
martedì 21 Settembre 2021
martedì, Settembre 21, 2021

OZEGNA – L’iniziativa dell’Amministrazione ha portato all’adozione di un cagnolino del canile

Applicato il dibattuto “Regolamento per l’adozione di cani randagi ricoverati nelle strutture convenzionate con il Comune di Ozegna”

OZEGNA – “Chi adotta un randagio, non paga la Tari” è diventato realtà.

L’iniziativa messa in campo dall’Amministrazione di Ozegna, ha portato all’adozione di un cagnolino.

“In questo periodo di pandemia difficile per tutti, – dichiara il Sindaco Sergio Bertoli – sono felice di comunicare un altro piccolo, ma significativo, passo verso la tanto sospirata normalità: dopo il superamento di alcuni intoppi burocratici legati all’emergenza sanitaria in corso, e dopo aver valutato il possesso dei requisiti oggettivi e soggettivi del soggetto richiedente nonché la disponibilità di luogo idoneo alla detenzione dell’animale con cortile e giardino, è stata portata a termine la procedura di adozione di Tom, un cane randagio recuperato privo di microchip, da qualche mese custodito presso il canile “Il Querceto” di Castellamonte con tutte le relative spese a totale carico del Comune; finalmente, dopo parecchi commenti favorevoli ma anche dopo qualche polemica, siamo riusciti ad applicare il tanto dibattuto “Regolamento per l’adozione di cani randagi ricoverati nelle strutture convenzionate con il Comune di Ozegna”, e così dopo le parole sono arrivati i fatti ed il nostro amico a 4 zampe ha trovato una casa tutta sua ed una famiglia disposta ad accudirlo amorevolmente, evento che con la sua semplicità contribuisce però a dare un altro importante segnale di ripartenza del nostro piccolo grande paese.”

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img