spot_img
sabato 18 Settembre 2021
sabato, Settembre 18, 2021

FAVRIA – Il salone polivalente torna al Comune; Favria Giovane cerca sede

Il Sindaco Bellone: “Questo non ha niente a che fare con l'Estate Ragazzi”

FAVRIA – Il salone polivalente comunale è tornato nella disponibilità del Comune.

D’ora in avanti, chi vorrà utilizzarlo, compresa Favria Giovane, dovrà avanzare richiesta scritta al Comune.

L’argomento è stato trattato nel Consiglio Comunale tenutosi ieri sera, poi si è spostato sui social.

“Stasera si è scritta una pagina triste della nostra associazione Favria Giovane – ha scritto su Fb il Consigliere di opposizione Francesco Manfredi – l’ Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Vittorio Bellone ha deciso di non rinnovare la convenzione di gestione del Salone Polivalente e del nostro Centro Giovani pertanto dal 1 di luglio 2020 saremo senza locali e sede. Non voglio polemizzare, la storia di questi anni parla da sola, ma chiedervi aiuto nella ricerca di un locale che ci potrà ospitare sia nel nostro paese o anche in altro. Chi avesse un’ idea da proporci mi contatti. Seguirà comunicato stampa ufficiale. Nel frattempo mi scuso per aver fallito, questa volta non sono riuscito a tutelare i bambini e i ragazzi. Chissà se sarà una fine o un nuovo inizio!?”

Non ha tardato ad arrivare la risposta, sempre sui social, del Sindaco Vittorio Bellone:

“Mi permetto di scrivere sull’argomento solo perché direttamente taggato in altri post: intanto ringrazio Favria Giovane per aver gestito il salone comunale in questi anni.
Come ampiamente detto durante il Consiglio Comunale, l’Ente ha scelto semplicemente di tornare a gestire l’unica struttura di quel genere presente sul territorio in modo che sia più fruibile da parte di tutti.

Un’altra cosa sono invece le attività che vi si svolgevano e che potranno continuare a svolgersi.
Certo cambiano le modalità di richiesta ma penso ci siano tutti i margini per riuscire a collaborare. Purtroppo anche questo terribile periodo ha accentuato l’esigenza da parte di altre associazioni di dover utilizzare spazi più ampi.

L’Amministrazione è disponibile a valutare tutte le attività che siano compatibili con i locali e penso che il Presidente di Favria Giovane non abbia difficoltà a confermalo visto il rapporto ed il dialogo che siamo riusciti ad instaurare negli ultimi tempi.
Certo avere una struttura ad uso esclusivo sarebbe più gestibile e questo lo comprendo, ma non abbandono nessuno.

Unica cosa vi prego di non confondere il Salone con Estate Ragazzi: anche in tal senso penso che tutti possano confermare che ci stiamo lavorando, ma ci sono alcuni aspetti che non dipendono nè da me nè da Favria Giovane e sono totalmente slegati. Il mancato rinnovo della convenzione non ha nulla a che vedere con l’Estate Ragazzi che stiamo cercando, tutti assieme, di organizzare con confronti continui.

Sia chiaro che si tratta di un semplice NON rinnovo di un appalto di 5 anni fa e non di una revoca.”

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img