spot_img
martedì 21 Settembre 2021
martedì, Settembre 21, 2021

RIVAROLO CANAVESE – Il capriolo recuperato sta bene e verrà presto rilasciato in natura

È stato medicato al Canc; non ha riportato ferite gravi

RIVAROLO CANAVESE – Dopo essere stato recuperato dai Vigili del Fuoco, il capriolo finito ieri nel canale, è portato al Canc di Grugliasco per le cure del caso.

Sul posto era intervenuto il tecnico faunistico del CANC, il Centro Animali Non Convenzionali della Struttura didattica speciale Veterinaria dell’Università di Torino, coadiuvato dal veterinario Marco Mosso dell’Asl TO, per valutare le condizioni dell’animale.

Dato che le sue le condizioni non sono gravi, potrà essere presto rilasciato in un ambiente naturale. Quello effettuato a Rivarolo Canavese è uno degli interventi previsti dalla convenzione attivata dalla Città Metropolitana di Torino, che vede l’impegno diretto della Struttura didattica speciale Veterinaria dell’Università per il recupero in campo della fauna selvatica, degli ungulati, dei carnivori, dei rapaci diurni e notturni e degli ofidi (serpenti) feriti.

Il CANC ha sede in largo Braccini 2 a Grugliasco e cura il servizio per conto della Città Metropolitana, che ha scelto questa soluzione (a causa della impossibilità di assumere personale dedicato, poiché si tratta di una funzione delegata dalla Regione Piemonte) per non interrompere il progetto “Salviamoli Insieme” che ogni anno registra interventi su oltre tremila animali selvatici rinvenuti in difficoltà e recuperati da privati cittadini o da agenti faunistico-ambientali.

Il servizio è attivo 24 ore su 24 sulle linee telefoniche 349-4163385 e 3666867428.

LEGGI QUI L’ARTICOLO DEL RECUPERO

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img