domenica 9 Maggio 2021

CUORGNÈ – Pezzetto: “Al termine della vicenda “Coronavirus”, l’ospedale sarà da valorizzare”

È quanto ha dichiarato il primo cittadino rimarcando del servizio che sta fornendo il presidio

CUORGNÈ – “Ritengo che al termine di questa drammatica vicenda saranno da valorizzare i presidi locali indispensabili per la popolazione dell’Alto Canavese e non solo, in sintesi una revisione del modello organizzativo sanitario regionale che valorizzi questi nostri importanti punti di riferimento, così come valorizzi la rete dei medici di famiglia”.

Lo dichiara il Sindaco di Cuorgnè Beppe Pezzetto, che fin dalle prime fasi di questa drammatica situazione generata dal Coronavirus, ha supportato e supporta tuttora al meglio, l’operato del personale dell’Ospedale di Cuorgnè, e più volte ha sottolineato come il servizio che l’Ospedale sta fornendo ad un intero territorio sia la dimostrazione concreta dell’importante servizio che svolge per tutta la popolazione del territorio.

“Il 20 aprile – prosegue il primo cittadino – abbiamo fatto una specifica commissione Comunale sul tema dove anche la minoranza ha fornito utili spunti di discussione. Alcune azioni più semplici altre più articolate, un cardiologo quanto meno presente tutta la settimana, l’acquisto di nuova strumentazione ad esempio uno strumento portatile per le radiografie, sono consapevole dell’emergenza Covid ma è necessario riaprire il reparto di Medicina, servono azioni nel breve e una progettualità nel medio lungo periodo”.

“La sintesi – conclude Pezzetto – è che questa battaglia contro il Covid è ancora in corso e non è ancora vinta, ma ha evidenziato l’indispensabilità dell’Ospedale di Cuorgnè e la professionalità e totale dedizione di tutto il personale. Sono elementi di fondamentale importanza su cui costruire una realtà più solida e strutturata al servizio di un territorio che si merita tali attenzioni facendo tesoro degli errori del passato”.

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img