lunedì 23 Novembre 2020

TORINO – Fiom-Cgil: “Saremo intransigenti nel far rispettare i protocolli”

Sono state oltre 150 le intese raggiunte con le singole realtà produttive per la ripresa del lavoro nelle fabbriche

TORINO – La FIOM-CGIL rende noto che lunedì 4 maggio rientreranno a lavorare circa 80.000 metalmeccanici nella provincia di Torino che rappresentano il 70% della forza lavoro del comparto nel torinese.

Sono state oltre 150 le intese raggiunte dalla FIOM-CGIL nelle singole unità produttive per l’applicazione dei protocolli nazionali sulla tutela della salute e sicurezza, a fronte dell’emergenza COVID-19.

Tra le aziende ci sono Valeo, IBS, Fontana, Magnetto, SKF, Federal Mogul, Gruppo FCA, Magneti Marelli, CNH industrial, Dyco, Italdesign, Dana, U-Shin, OMA, Avio, Thales Alenia Space, solo per citarne alcune tra le più significative.

Edi Lazzi, segretario generale della FIOM-CGIL di Torino dichiara: «In queste settimane la FIOM-CGIL di Torino è stata impegnata a concordare, in tutte le aziende dove siamo presenti con i delegati sindacali interni, l’applicazione dei protocolli per la tutela della salute e sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori a fronte dell’emergenza COVID-19. La prossima settimana sarà determinante per capire se i provvedimenti presi saranno applicati correttamente all’interno degli uffici e delle officine. Per noi la priorità assoluta rimane la salute dei lavoratori, dopo viene tutto il resto. Per questa ragione saremo intransigenti nel far rispettare ciò che è stato concordato. La nostra attenzione sarà soprattutto rivolta alle aziende in cui non siamo presenti con i delegati sindacali. Forniremo le informazioni necessarie ai lavoratori e laddove ci perverranno segnalazioni di mancata applicazione delle misure di precauzione del Protocollo nazionale non esiteremo ad intervenire per tutelare i lavoratori, anche segnalando agli organi preposti perché siano attivati i dovuti controlli, fermando le attività non in regola. Lo faremo soprattutto per coloro che rappresentiamo ma anche per senso di responsabilità generale: non possiamo infatti permetterci una crescita dei contagi, con eventuali focolai nei luoghi di lavoro, dovuta alla non corretta applicazione delle misure di sicurezza definite. Sarebbe devastante per la salute ma anche per la tenuta del sistema sanitario e per l’economia del nostro territorio».

Original Marines

Per il tuo Natale...

- Advertisement -

Leggi anche..

VENARIA / TORINO – Esce pur essendo in isolamento, denunciato; bar lascia consumare al bancone, chiuso

I carabinieri del Comando provinciale nel corso dei servizi di controllo del territorio effettuati nel fine settimana, intensificati in questo periodo emergenziale per verificare...

VAL SUSA – Confermata la presenza di uno stambecco bianco sul Monte Palon, in Valle di Susa

VAL SUSA - Da alcuni giorni in Valle di Susa tra gli escursionisti si era sparsa la voce sulla presenza di un animale inconsueto,...

TORINO – Aggredito, picchiato, e minacciato per 50mila euro: due arresti

TORINO - I carabinieri hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per rapina, lesioni ed estorsione nei confronti di una “coppia” di Torino,...

TORINO – Terminato l’ospedale a Torino Esposizioni; domenica 22 i primi ricoveri

TORINO - Questo pomeriggio la prima squadra del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese ha preso servizio nel nuovo ospedale da campo per pazienti affetti...

TORINO – “Operazione Fortinite”: 17enne adescava i ragazzini sul web (VIDEO)

TORINO – Un ragazzo di 17 anni, a partire del periodo del primo “lockdown”, aveva utilizzato la piattaforma “Fortinite” per adescare bambini di poco...

Ultime News

Presto i lavori per la riqualificazione del ponte a Cuorgnè e il secondo lotto della strettoia di Pont Canavese

CUORGNÈ / PONT CANAVESE - Il consigliere cuorgnatese della Regione e della Città Metropolitana Mauro Fava annuncia la prossima cantierizzazione di opere che sono...

BORGARO TORINESE – In completamento la pista ciclopedonale

BORGARO TORINESE - Sono partiti i lavori di riqualificazione del secondo tratto via XX settembre a Borgaro Torinese, dove è in fase di completamento...

CANAVESE – I Sindaci del Canavese occidentale e Valchiusella chiedono il potenziamento degli ospedali

CANAVESE – I 46 Sindaci dell'Area omogenea del Canavese occidentale, congiuntamente ai sindaci della Valchiusella, hanno inviato una lettera all'Assessore alla Sanità della Regione...

SETTIMO TORINESE – Ospedale, Icardi: “Nessuna chiusura o riduzione delle attività”

SETTIMO TORINESE - L’Ospedale di Settimo Torinese non verrà né chiuso, né depotenziato. A ribadirlo è l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi. “Allo stato attuale...

CANAVESE – Si discute sulla location del nuovo ospedale; l’On Bonomo propone San Giorgio o Colleretto Giacosa

CANAVESE - “Siamo stanchi di continuare ad assistere a questo ping pong. É da irresponsabili. Dopo anni finalmente sembrava che il progetto del nuovo...