sabato 6 Marzo 2021

VENARIA REALE – I ristoratori: “Vogliamo lavorare ma in condizioni decenti; abbiamo bisogno di aiuto” (VIDEO)

Dichiarano che è impensabile lavorare alle condizioni che vuole imporre il Governo

VENARIA REALE – Serrande alzate e luci accese nei locali, per il flash mob organizzato ieri sera dai ristoratori.

Una serie di interviste che fanno capire quanto sia grave la situazione. I commercianti hanno punt di vista e richieste differenti, soggettive a seconda dell’attivi, ma sono una cosa sono tutti concordi: chiedono di essere aiutati.

Le perdite sono ingenti, la situazione e grave.

La maggior parte dei ristoranti sottolinea che ancora un mese di chiusura, senza poter effettuare il servizio di asporto, è per loro il “colpo di grazia”.

D’altra parte, aprire alle condizioni del Governo, è peggio ancora. “Un metro, un metro e mezzo di distanza tra le persone sedute al tavolo, impossibile considerando che tutti i tavoli da ristorante sono circa 80/90 centimetri. Avere 50 tavoli e metterne 15. Impensabile.”

“Aprire al 100 per cento un’attività e poterla sfruttare al 30 per cento, non ha senso. Piuttosto non apro.” Dichiara un ristoratore.

Affitti, stipendi, contributi, maternità, bollette, fornitori…e le tasse che tornano: “non possiamo farcela senza aiuto. Magari non chiudiamo adesso, ma più avanti, a causa dell’indebitamento.”

Infine l’appello: “Chiediamo di essere aiutati e di poter lavorare ma in condizioni decenti.”

Leggi anche...