domenica 7 Marzo 2021

IVREA – Slittano di un anno le date delle manifestazioni degli Alpini

Raggruppamento Alpini Nord Ovest al 2021; il Raduno di Ivrea al 2022; di Novara al 2023

IVREA – Il coronavirus ha sconvolto anche il calendario delle manifestazioni alpine previste per quest’anno.

Non solo è stata spostata da maggio a ottobre l’Adunata nazionale che si dovrebbe svolgere a Rimini e San Marino, ma anche le date dei raduni dei singoli raggruppamenti (sono quattro in tutto in Italia) hanno subito cambiamenti. In particolare, per quel che riguarda il 1° Raggruppamento (alpini del Nord Ovest) di cui fa parte la Sezione Ana di Ivrea, dopo un consulto telefonico tra i 25 presidenti di Sezione si è deciso in modo unanime di rinviare al 2021 (nei giorni 17-18-19 settembre) il Raduno previsto per il 2020 a Intra.

Di conseguenza slittano anche le date dei Raduni già assegnati: quella di Ivrea (dal 2021 al 2022, presumibilmente nei giorni 9-10-11 settembre) e quella di Novara (che ospiterà il Raduno nel 2023). Alla base della decisione la difficile situazione a tutti i livelli creata dalla diffusione del Covid-19.

Per quel che riguarda la Sezione di Ivrea tutti gli appuntamenti e tutte le iniziative in programma per celebrare i 100 anni di fondazione della Sezione stessa subiranno un inevitabile rinvio. Intanto gli alpini non sono stati con le mano in mano e hanno prestato la loro opera per alleviare le conseguenze dell’emergenza sanitaria. In particolare si segnalano la raccolta fondi per contribuire all’acquisto di materiale sanitario (donati 9200 euro tra Sezione i i 65 Gruppi) e l’opera manuale di un gruppo di alpini per allestire una camera con 10 posti letto destinati alle emergenze nella struttura “Casa Insieme” di Salerano.

Leggi anche...