lunedì 8 Marzo 2021

RIVAROLO – Rientra in ambulanza dal Pronto Soccorso, ma alla Casa di Riposo non la fanno entrare

La donna era stata portata per un semplice epistassi (nulla a che vedere con il virus) ed era stata via circa un'ora

RIVAROLO CANAVESE – Massima attenzione e protocolli serratissimi alla Casa di Riposo San Francesco.

Questa mattina l’ambulanza di base della Croce Rossa di Rivarolo Canavese, si è recata alla Casa di Riposo con a bordo una donna di 88 anni, che un’ora prima, era stata trasportata all’Ospedale di Cuorgnè perchè le usciva sangue dal naso (epistassi).

Dopo che al Pronto Soccorso era stato appurato che non era nulla grave da necessitare un ricovero, la donna è stata dimessa, ed è stata chiamata la Croce Rossa di Rivarolo per andarla a prendere e per riportarla alla Casa di Riposo.

Arrivati alla San Francesco, i volontari hanno però trovato le porte chiuse e un cortese diniego alla richiesta di far rientrare la donna: “Non abbiamo notizie di nessuna dimissione e non siamo autorizzati a farla rientrare, dovete parlare con il Direttore.”

Sono quindi partite le varie chiamate ai responsabili della direzione, ma senza che nessuno rispondesse al telefono. I volontari hanno quindi contattato il Sindaco Alberto Rostagno, che si è prodigato per far rientrare la donna.

“Capiamo i protocolli e la sicurezza per il bene degli ospiti – hanno dichiarato i volontari di Croce Rossa – ma questa povera donna è rimasta circa 40 minuti sull’ambulanza ad attendere, agitata, anche se abbiamo contattato la figlia che è accorsa subito. E se nel frattempo le fosse successo qualcosa? Non potevamo certo lasciarla in ospedale in attesa che dalla Casa di Riposo di Rivarolo dessero l’autorizzazione a farla dimettere. La donna non è affetta da Covid, quindi, visto che non c’era motivo per un ricovero, non potevamo lasciarla là.”

E concludono: “È capitato e la questione si è risolta, ma ne parleremo con i nostri vertici, perchè queste sono cose che non devono più succedere”.

Leggi anche...